Contratto Google Workspace (Online)

Consultare i Termini aggiuntivi per i servizi disponibili con la nuova infrastruttura per gli account.

Il presente Contratto Google Workspace (online) (il "Contratto") viene stipulato tra Google e la persona giuridica che accetta i termini riportati nel presente documento (il "Cliente"). "Google" indica (i) Google Voice Canada Corporation, con sede all'indirizzo 44 Chipman Hill, Suite 1000, Saint John, New Brunswick E2L 2A9 Canada, limitatamente ai servizi di Google Voice per i quali l'indirizzo di fatturazione del Cliente è in Canada, e (ii) Google LLC, con sede all'indirizzo 1600 Amphitheatre Parkway, Mountain View, California 94043, USA, per tutti gli altri servizi Google Workspace. Il presente Contratto entrerà in vigore nella data in cui il Cliente farà clic sul pulsante "Accetto" visualizzato di seguito o, se applicabile, nella data in cui il Contratto verrà controfirmato ("Data di validità"). Se l'accettazione avviene per conto del proprio datore di lavoro o di un'altra persona giuridica, si dichiara e garantisce: (i) di avere la piena autorità legale di vincolare il proprio datore di lavoro o la persona giuridica applicabile ai presenti termini; (ii) di avere letto e compreso il presente Contratto e (iii) di accettare il presente Contratto per conto della parte rappresentata. Se non si dispone dell'autorità legale a vincolare il proprio datore di lavoro o l'entità applicabile, non fare clic sul pulsante "Accetto" riportato di seguito (o, secondo il caso, non firmare il presente Contratto). Il presente Contratto disciplina l'accesso ai Servizi, così come ordinati mediante l'apposito Modulo d'ordine, e l'utilizzo degli stessi da parte del Cliente.

  • 1. Servizi. Google fornirà i Servizi ordinati nell'apposito Modulo d'ordine in conformità allo SLA (accordo sul livello del servizio) vigente. Il Cliente può utilizzare i Servizi ordinati nell'apposito Modulo d'ordine in conformità al presente Contratto
    • 1.1 Risorse e trasferimento dei dati. Tutte le strutture utilizzate per archiviare ed elaborare i Dati del cliente rispetteranno standard di sicurezza ragionevoli, non inferiori a quelli adottati nelle strutture in cui Google archivia ed elabora informazioni di tipo analogo di sua proprietà. Nell'ambito della fornitura dei Servizi, Google potrà trasferire, archiviare e trattare i Dati del Cliente negli Stati Uniti o in qualsiasi altro paese in cui operino Google o i suoi agenti. Mediante l'utilizzo dei Servizi, il Cliente acconsente al trasferimento, al trattamento e all'archiviazione dei propri dati.
    • 1.2 Nessun annuncio. In deroga a qualsiasi altro termine del presente Contratto, Google non tratterà i Dati del Cliente a scopi pubblicitari né pubblicherà Annunci pubblicitari nei Servizi.
    • 1.3 Nuovi servizi o funzioni. Di tanto in tanto Google potrà rendere disponibili per i Servizi nuove applicazioni, funzioni o funzionalità il cui utilizzo potrebbe dipendere dall'accettazione di termini aggiuntivi da parte del Cliente.
    • 1.4 Verifica preliminare all'uso dei Servizi. Per poter utilizzare i Servizi, il Cliente deve verificare un Indirizzo email di dominio o un Nome di dominio. Se il Cliente non dispone di un'autorizzazione valida all'utilizzo dell'Indirizzo email di dominio o non possiede o non controlla il Nome di dominio, Google non sarà tenuta a fornire i Servizi al Cliente e potrà eliminare l'Account senza preavviso.
    • 1.5 Termini di servizio specifici. I Termini di servizio specifici sono incorporati nel Contratto mediante questo riferimento.
  • 2. Modifiche.
    • 2.1 Modifiche ai Servizi.
      • (a) Norme sul ritiro. Google notificherà il Cliente almeno 12 mesi prima di una Cessazione rilevante salvo qualora stabilisca ragionevolmente che: (a) non è autorizzata a farlo in base a disposizioni di legge o norme contrattuali (ivi incluso in caso di modifica a tali leggi o contratti vigenti) o (b) se continua a fornire il Servizio soggetto a Cessazione rilevante si potrebbe creare un (i) rischio per la sicurezza o (ii) un impegno economico o tecnico sostanziale.
      • (b) (Altre modifiche). Fatto salvo quanto indicato nella Sezione 2.1(a) (Norme sul ritiro), Google potrà apportare ai Servizi modifiche che possono includere l'aggiunta, l'aggiornamento o l'interruzione di qualsiasi Servizio o porzione di una o più funzioni dei Servizi. Google invierà una notifica al Cliente in caso di qualsiasi modifica sostanziale ai Servizi principali.
    • 2.2 Modifiche ai Termini URL.
      • (a) Cambiamenti nei Termini URL. Google può modificare i Termini URL, fatto salvo quanto previsto nella Sezione 2.2(d) (Obiezioni alle modifiche).
      • (b) Notifica di modifiche sostanziali. Google invierà una notifica al Cliente in caso di qualsiasi modifica sostanziale ai Termini URL.
      • (c) Quando diventano effettive le modifiche. Le modifiche sostanziali ai Termini URL avranno decorrenza da 30 giorni dopo la notifica, con le seguenti eccezioni: (i) le modifiche negative sostanziali allo SLA entreranno in vigore 90 giorni dopo la notifica e (ii) le modifiche applicabili a nuovi Servizi o funzionalità avranno effetto immediato.
      • (d) Obiezioni alle modifiche. Salvo se la modifica apportata da Google ai Termini URL sia richiesta da un tribunale, da un ordine giudiziario o amministrativo emesso dall'autorità competente o dalla legge vigente o si applichi a nuovi Servizi o Funzionalità, si applica quanto segue:
        • (i) Se una modifica ai Termini URL ha un effetto negativo sostanziale sul Cliente, il Cliente potrà opporsi a tale modifica inviando una notifica a Google entro i 30 giorni successivi all'invio della notifica da parte di Google.
        • (ii) Se il Cliente invia una notifica a Google secondo le modalità previste, continuerà a essere soggetto ai Termini URL vigenti immediatamente prima della modifica fino all'evento che si verifica per primo tra: (A) fine del Periodo di validità dell'ordine al momento in vigore o (B) 12 mesi dopo la notifica.
  • 3. Obbligazioni del Cliente.
    • 3.1 Conformità. Il Cliente è tenuto a (a) garantire che il proprio utilizzo dei Servizi (incluso l'utilizzo da parte dei propri Utenti finali) e ogni accesso ai Dati del Cliente da parte propria e dei propri Utenti finali, nonché l'utilizzo degli stessi, rispettino le disposizioni del presente Contratto e tutti i termini o le norme contrattuali vigenti, incluso qualsiasi contratto di lavoro o norme del datore di lavoro riguardanti l'utilizzo della tecnologia, la sicurezza o la riservatezza; (b) compiere ogni sforzo commercialmente ragionevole per evitare qualsiasi accesso o uso non autorizzato dei Servizi e (c) informare tempestivamente Google di qualsiasi utilizzo o accesso non autorizzato ai Servizi di cui il Cliente venga a conoscenza.
    • 3.2 Prodotti aggiuntivi. Google mette a disposizione del Cliente e dei suoi Utenti finali Prodotti aggiuntivi facoltativi. L'utilizzo dei Prodotti aggiuntivi è soggetto ai Termini per i Prodotti aggiuntivi.
    • 3.3 Amministrazione dei Servizi.
      • (a) Console di amministrazione. Google fornirà al Cliente l'accesso alla Console di amministrazione affinché l'Amministratore possa gestire il relativo utilizzo dei Servizi (nonché l'utilizzo dei Servizi da parte degli Utenti finali, secondo il caso). Il Cliente può utilizzare la Console di amministrazione per specificare uno o più Amministratori che avranno diritti di accesso agli Account amministrativi. È responsabilità del Cliente: (a) mantenere la riservatezza e la sicurezza degli Account utente finale e delle password associate e (b) qualsiasi utilizzo degli Account utente finale. Il Cliente concorda sul fatto che le responsabilità di Google non includono la gestione o l'amministrazione interna dei Servizi per il Cliente o per qualsiasi Utente finale.
      • (b) Accesso come Amministratore agli Account utente finale. L'Amministratore potrà accedere a, monitorare, utilizzare, modificare, trattenere o divulgare i Dati del Cliente associati a qualsiasi Account utente finale e controllare l'accesso dell'Utente finale ai Servizi. Un Amministratore potrebbe inoltre avere facoltà di: (i) controllare le impostazioni account degli Account utente finale (inclusa la modifica delle password degli Account utente finale) e (ii) rimuovere o disattivare qualsiasi Servizio o Prodotto aggiuntivo o altro servizio/prodotto attivato o installato utilizzando l'Account utente finale. L'utilizzo dei Prodotti aggiuntivi o di altri servizi/prodotti con gli Account utente finale è a rischio e pericolo del Cliente.
      • (c) Rivenditore come Amministratore. Se il Cliente ordina i Servizi tramite un Rivenditore, quest'ultimo potrà, a discrezione del Cliente, avere accesso all'Account del Cliente e agli Account utente finale del Cliente. Per quanto riguarda i rapporti tra Google e il Cliente, quest'ultimo è il solo e unico responsabile: (i) di qualsiasi accesso da parte del Rivenditore all'Account del Cliente o agli Account utente finale del Cliente e (ii) della definizione nel Contratto per i rivenditori di qualsiasi obbligo o diritto tra il Rivenditore e il Cliente in merito ai Servizi.
      • (d) Consensi. Il Cliente è tenuto a ottenere e mantenere tutti i consensi necessari che permettono: (i) l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente e, se applicabile, dei suoi Utenti finali e (ii) l'accesso, l'archiviazione e il trattamento dei Dati del Cliente ai sensi del presente Contratto.
    • 3.4 Restrizioni d'uso. Il Cliente non metterà in atto e non consentirà a Utenti finali o terze parti soggetti al suo controllo di mettere in atto nulla di quanto segue: (a) copiare, modificare, creare opere derivate, decodificare, decompilare, tradurre, disassemblare o tentare in altro modo di estrarre qualunque parte del codice sorgente dei Servizi (tranne quando tale restrizione sia espressamente vietata dalle leggi vigenti); (b) concedere in licenza, trasferire o distribuire alcuno dei Servizi; (c) vendere, rivendere o rendere disponibili in altro modo i Servizi a una terza parte nell'ambito di un'offerta commerciale priva di un valore sostanziale indipendente dai Servizi o (d) accedere o utilizzare i Servizi: (i) per Attività ad alto rischio; (ii) in modo mirato a evitare di pagare le Tariffe dovute; (iii) per materiali o attività che sono soggetti alle normative sul traffico di armi a livello internazionale (ITAR, International Traffic in Arms Regulations) adottate dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti; (iv) in modo tale da violare o agevolare la violazione delle Leggi in materia di controllo delle esportazioni o (v) per trasmettere, archiviare o trattare dati sanitari soggetti alla normativa HIPAA degli Stati Uniti, salvo se consentito da un Contratto di società in affari (BAA) HIPAA. Salvo se diversamente consentito nei Termini di servizio specifici, il Cliente non utilizzerà, e non consentirà agli Utenti finali di utilizzare, i Servizi per effettuare chiamate ai servizi di emergenza o ricevere chiamate dagli stessi.
    • 3.5 Monitoraggio degli utilizzi illeciti. Il Cliente è l'unico responsabile del monitoraggio, del trattamento e di eventuali risposte alle email inviate agli alias "abuse" o "postmaster" per qualsiasi Nome di dominio verificato per l'utilizzo con i Servizi. Google potrà monitorare le email inviate a tali alias per i Nomi di dominio, in modo da rilevare eventuali utilizzi illeciti dei Servizi.
    • 3.6 Richiesta di Account utente finale aggiuntivi durante il Periodo di validità dell'ordine. Il Cliente può acquistare Account utente finale aggiuntivi durante un Periodo di validità dell'ordine: (a) mediante la presentazione di un Modulo d'ordine aggiuntivo a Google o al Rivenditore, secondo il caso, oppure (b) mediante la Console di amministrazione. Gli Account utente finale aggiunti avranno una durata proporzionale, che terminerà l'ultimo giorno del Periodo di validità dell'ordine.
  • 4. Pagamento.
    • 4.1 Ordini mediante il Rivenditore. Se il Cliente ordina i Servizi presso il Rivenditore: (a) le tariffe relative ai Servizi verranno fissate tra il Cliente e il Rivenditore e i pagamenti saranno versati direttamente al Rivenditore ai sensi del Contratto per i rivenditori; (b) le restanti disposizioni della presente Sezione 4 (Pagamento) non si applicano ai Servizi; (c) il Cliente riceverà i Crediti per i Servizi (se esistenti) dal Rivenditore; (d) il Cliente può richiedere Account utente finale aggiuntivi durante il Periodo di validità dell'ordine contattando il Rivenditore ed (e) Google potrà divulgare Informazioni riservate del Cliente al Rivenditore in quanto Delegato soggetto alla Sezione 7.1 (Obbligazioni di riservatezza) del presente Contratto.
    • 4.2 Utilizzo e fatturazione. Il Cliente pagherà tutte le Tariffe dovute per i Servizi. Google fatturerà al Cliente l'importo corrispondente alle Tariffe per i Servizi. L'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente sarà determinato mediante gli strumenti di misurazione di Google. Quando effettuerà l'ordine per i Servizi, il Cliente potrà scegliere una delle seguenti opzioni di fatturazione o una delle altre opzioni offerte da Google. Google può cambiare la propria offerta di opzioni di fatturazione, anche limitando o interrompendo l'offerta di qualsiasi opzione di fatturazione, previo invio al Cliente di un avviso scritto (anche via email) entro 30 giorni. Le opzioni di fatturazione potrebbero non essere disponibili per tutti i Clienti. Il Cliente può pagare l'importo dovuto per i Servizi utilizzando le opzioni di pagamento elencate nella Sezione 4.3 (Pagamento) più avanti.
      • (a) Piano mensile. Qualora il Cliente scelga questa opzione, non si impegnerà ad acquistare i Servizi per una durata predefinita, ma potrà pagare i Servizi su base mensile. Google fatturerà al Cliente: (i) Tariffe in base al consumo giornaliero dei Servizi nel mese precedente; e (ii) posteriormente, a scadenza mensile in base all'uso dei Servizi. Google fornirà al Cliente la quota mensile per i Servizi quando verranno ordinati dal Cliente e la quota verrà utilizzata per calcolare le Tariffe, in proporzione all'uso giornaliero durante tale mese. L'utilizzo parziale dei Servizi in determinati giorni verrà arrotondato all'utilizzo per una giornata completa per facilitare il calcolo delle Tariffe.
      • (b) Piano annuale. Qualora il Cliente scelga questa opzione, dovrà impegnarsi ad acquistare i Servizi da Google per un anno. Google addebiterà al Cliente i costi dovuti in base ai termini associati alle scelte effettuate dal Cliente nel Modulo d'ordine.
    • 4.3 Pagamento. Tutti i pagamenti devono essere effettuati in dollari (USA) salvo se diversamente specificato sul Modulo d'ordine o sulla fattura.
      • (a) Carta di credito o carta di debito. Se il Cliente effettua il pagamento con carta di credito, carta di debito o altre modalità che non richiedono fatturazione, le Tariffe dovranno essere pagate alla fine del mese in cui il Cliente ha usufruito dei Servizi. Per le carte di credito o di debito, secondo il caso: (i) alla scadenza, Google addebiterà al Cliente tutte le Tariffe applicabili e (ii) il pagamento di tali Tariffe sarà considerato in ritardo 30 giorni dopo la fine del mese in cui il Cliente ha usufruito dei Servizi.
      • (b) Fatture. Salvo se diversamente specificato nel Modulo d'ordine, i pagamenti delle fatture scadono 30 giorni dopo la data della fattura; dopo tale data, sono considerati in ritardo.
      • (c) Altre forme di pagamento. Il Cliente può cambiare la modalità di pagamento scegliendo tra quelle disponibili nella Console di amministrazione. Google può abilitare altre modalità di pagamento rendendole disponibili nella Console di amministrazione. Tali altre forme di pagamento possono essere soggette a termini aggiuntivi che il Cliente dovrà accettare prima di poterle utilizzare.
    • 4.4 Pagamenti in ritardo.
      • (a) Il pagamento delle Tariffe da parte del Cliente è in ritardo se non viene ricevuto da Google entro la data di scadenza del pagamento. In caso di ritardo del pagamento da parte del Cliente, Google può: (i) addebitare un interesse sull'importo in ritardo nella misura dell'1,5% al mese (o al massimo tasso consentito dalla legge, se inferiore) a partire dalla data di scadenza del pagamento fino al completo pagamento e (ii) Sospendere o cessare i Servizi.
      • (b) Il Cliente sarà tenuto a rimborsare a Google tutte le spese (incluse le spese legali) ragionevolmente sostenute da Google per la riscossione di importi relativi a pagamenti scaduti, tranne nei casi in cui tali pagamenti siano dovuti a imprecisioni nella fatturazione attribuibili a Google.
    • 4.5 Ordini di acquisto. Se il Cliente richiede l'indicazione di un numero di ordine di acquisto nella fattura, dovrà fornire a Google tale numero nel Modulo d'ordine. Se il Cliente non fornisce un numero di ordine di acquisto, (a) Google emetterà per il Cliente una fattura senza un numero di ordine di acquisto e (b) il Cliente pagherà le fatture sprovviste di riferimenti al numero di ordine di acquisto. Eventuali termini specificati nell'ordine di acquisto non sono validi.
    • 4.6 Tasse. Le Tariffe non includono le Tasse. Il Cliente è tenuto a pagare le Tasse per i Servizi. Se la legge lo richiede, il Cliente tratterrà le Tasse dai pagamenti effettuati a favore di Google e fornirà un certificato di ritenuta fiscale. Il Cliente è tenuto a versare le Tasse incluse in fattura, fatti salvi i casi in cui possa esibire un certificato valido di esenzione. Senza alcuna limitazione all'obbligazione del Cliente a pagare le Tariffe, il Cliente tratterrà le Tasse se richiesto dalla legge.
    • 4.7 Revisioni dei Prezzi. Google può modificare i Prezzi in qualsiasi momento salvo se diversamente concordato espressamente in un Addendum o nel Modulo d'ordine. Google invierà al Cliente una notifica almeno 30 giorni prima di qualsiasi aumento dei Prezzi.
  • 5. Servizi di assistenza tecnica. Google fornirà Servizi di assistenza tecnica al Cliente nel corso del Periodo di validità dell'ordine, ai sensi delle Linee guida per i servizi di assistenza tecnica, dietro pagamento delle Tariffe per l'assistenza, se previste. Qualora ordini i Servizi presso il Rivenditore, il Cliente riconosce e accetta che il Rivenditore possa divulgare i Dati del Cliente a Google come ragionevolmente richiesto al fine di consentire al Rivenditore di gestire qualsiasi problema di assistenza che il Cliente inoltri al Rivenditore o tramite quest'ultimo.
  • 6. Sospensione.
    • 6.1 Limitazioni relative alla Sospensione dei Servizi. Google può Sospendere i Servizi secondo quanto descritto nelle Sezioni 6.2 (Violazioni delle Norme di utilizzo accettabile) e 6.3 (Sospensione di emergenza). La portata e la durata di qualsiasi Sospensione ai sensi delle suddette Sezioni saranno quelle minime necessarie: (a) per prevenire o cessare l'utilizzo all'origine del problema, (b) per prevenire o risolvere il Problema di sicurezza di emergenza o (c) per l'osservanza delle normative vigenti.
    • 6.2 Violazioni delle norme di utilizzo accettabile. Se Google viene a conoscenza del fatto che l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente o di qualsiasi Utente finale viola le Norme di utilizzo accettabile, richiederà al Cliente di rettificare tale violazione. Se il Cliente non provvede a rettificare tale violazione entro 24 ore da suddetta richiesta o se Google è altrimenti tenuta per legge a intervenire, Google potrà Sospendere i Servizi.
    • 6.3 Sospensione di emergenza. Google può Sospendere immediatamente l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente o di qualsiasi Account utente finale se: (a) si verifica un Problema di sicurezza di emergenza o (b) Google è tenuta a Sospendere tale utilizzo per rispettare la legge vigente. Su richiesta del Cliente, salvo se vietato dalla legge, Google invierà al Cliente una notifica in merito ai presupposti della Sospensione non appena ciò sia ragionevolmente possibile. Relativamente alla Sospensione degli Account utente finale, Google fornirà all'Amministratore del Cliente la possibilità di ripristinare gli Account utente finale in determinate circostanze.
  • 7. Riservatezza.
    • 7.1 Obbligazioni. In conformità a quanto disposto dalla Sezione 7.2 (Divulgazione di informazioni riservate), la parte ricevente utilizzerà le Informazioni riservate dell'altra parte al solo fine di esercitare i propri diritti e adempiere alle proprie obbligazioni ai sensi del presente Contratto. Il ricevente prenderà ogni ragionevole precauzione per impedire la divulgazione delle Informazioni riservate dell'altra parte a terzi che non siano dipendenti, agenti o consulenti professionali ("Delegati") del ricevente che debbano esserne a conoscenza e per le quali sussista l'obbligazione legale a mantenerne la riservatezza. Il destinatario si assicurerà che anche i suoi Delegati siano soggetti alle stesse obbligazioni di non divulgazione e di utilizzo.
    • 7.2 Divulgazione di Informazioni riservate.
      • (a) Disposizioni generali. Indipendentemente da qualsiasi altra disposizione del Contratto, il ricevente o le sue Società consociate possono divulgare le Informazioni riservate dell'altra parte (i) in conformità a un Procedimento giudiziario, fatto salvo quanto indicato nella Sezione 7.2(b) (Notifica di Procedimento giudiziario), o (ii) previo consenso scritto dell'altra parte.
      • (b) Notifica di Procedimento giudiziario. Il ricevente compirà ogni sforzo commercialmente ragionevole per inviare una notifica all'altra parte prima di divulgare le Informazioni riservate di tale parte in conformità al Procedimento giudiziario. La notifica non è richiesta prima della divulgazione se il ricevente è informato del fatto che (i) è legalmente vietato emettere tale notifica o (ii) il Procedimento giudiziario si riferisce a circostanze eccezionali che potrebbero causare la morte o un grave pregiudizio all'integrità fisica.
      • (c) Opposizione. Il ricevente e le sue Società consociate sono tenuti a rispettare le richieste ragionevoli dell'altra parte qualora questa si opponga alla divulgazione delle proprie Informazioni riservate.
  • 8. Proprietà intellettuale.
    • 8.1 Diritti di proprietà intellettuale. Ad eccezione di quanto espressamente indicato nel Contratto, il Contratto non concede ad alcuna parte alcun diritto, implicito o di altro tipo, relativo ai contenuti o alla Proprietà intellettuale dell'altra parte. Per ciò che concerne le parti, il Cliente conserva tutti i Diritti di proprietà intellettuale dei propri dati e Google conserva tutti i Diritti di proprietà intellettuale dei Servizi.
    • 8.2 Elementi distintivi del brand. Google mostrerà solo gli Elementi distintivi del brand che il Cliente l'autorizza a mostrare caricandoli nei Servizi. Google mostrerà tali Elementi distintivi del brand del Cliente all'interno delle aree designate delle pagine web che mostrano i Servizi al Cliente o ai suoi Utenti finali. Google potrà inoltre mostrare gli Elementi distintivi del brand Google nelle suddette pagine web per indicare che i Servizi sono forniti da Google.
    • 8.3 Feedback. Il Cliente può, a propria discrezione, fornire Feedback a Google in merito ai Servizi. Con la fornitura di Feedback, il Cliente assegna a Google tutti i diritti, i titoli e gli interessi relativi a tale Feedback.
  • 9. Marketing e Pubblicità. Ciascuna parte può utilizzare gli Elementi distintivi del brand dell'altra parte in relazione al presente Contratto solo secondo quanto consentito dal Contratto stesso. Il Cliente può dichiarare pubblicamente di essere un cliente di Google e mostrare gli Elementi distintivi del brand di Google conformemente alle Linee guida del marchio. Google può (a) dichiarare oralmente che il Cliente è un cliente Google e (b) includere il nome o gli Elementi distintivi del brand del Cliente in un elenco di clienti Google nei propri materiali promozionali. L'eventuale utilizzo degli Elementi distintivi del brand di una parte andrà a vantaggio della parte che detiene i Diritti di proprietà intellettuale in relazione a tali Elementi distintivi del brand. Ciascuna parte potrà revocare all'altra parte il diritto di utilizzare gli Elementi distintivi del brand previa notifica scritta all'altra parte e concedendo un periodo ragionevole per interrompere l'utilizzo.
  • 10. Dichiarazioni, garanzie e disclaimer.
    • 10.1 Dichiarazioni e garanzie. Ciascuna parte dichiara: (a) di disporre di pieni poteri e dell'autorità per stipulare il Contratto e (b) di rispettare tutte le leggi e i regolamenti vigenti per la fornitura o per l'utilizzo dei Servizi, secondo il caso.
    • 10.2 Limitazioni di responsabilità. Salvo quanto espressamente specificato nel Contratto, nella misura massima consentita dalla legge vigente, Google (a) non offre altre garanzie di alcun tipo, siano esse espresse, implicite, statutarie o di altro genere, incluse garanzie di commerciabilità, di idoneità a uno scopo particolare, di non violazione o di utilizzo privo di errori e ininterrotto dei Servizi e (b) non risponde di contenuti o informazioni resi accessibili mediante i Servizi. Salvo se diversamente specificato nel Contratto, il Cliente riconosce che i Servizi non sono in grado di chiamare i servizi di emergenza o di ricevere chiamate dagli stessi.
  • 11. Durata e risoluzione.
    • 11.1 Periodo di validità del Contratto. Il presente Contratto resterà in vigore per tutto il Periodo di validità previsto, salvo scadenza o recesso in conformità al Contratto.
    • 11.2 Rinnovo.
      • (a) Con un Piano mensile. Con il Piano mensile, il Cliente non si impegna ad acquistare i Servizi per un periodo di tempo predefinito. Di conseguenza, non è previsto alcun evento di rinnovo per il Piano mensile. Google continuerà invece a fatturare al Cliente le Tariffe come indicato nella precedente Sezione 4.1(a).
      • (b) Con un Piano annuale. Alla fine di ogni Periodo di validità dell'ordine, i Servizi verranno rinnovati secondo le scelte operate dal Cliente sul Modulo d'ordine o nella Console di amministrazione.
      • (c) Informazioni generali. Il Cliente può modificare il numero di Account utente finale da rinnovare dalla Console di amministrazione. Il Cliente continuerà a pagare a Google le Tariffe precedentemente stabilite per ogni Account utente finale rinnovato fino a quando il Cliente e Google non si accordino diversamente. Qualora una delle parti non intenda rinnovare i Servizi, dovrà notificarlo per iscritto all'altra parte almeno 15 giorni prima della fine del Periodo di validità dell'ordine al momento in vigore. La notifica del mancato rinnovo avrà effetto dopo la conclusione del Periodo di validità dell'ordine al momento in vigore.
    • 11.3 Recesso per inadempienza. Ciascuna parte può risolvere il Contratto se l'altra parte: (a) viola sostanzialmente il Contratto e non pone rimedio a tale violazione entro 30 giorni dalla ricezione della notifica scritta o (b) sospende la propria attività o diventa oggetto di procedure di insolvenza e le procedure non vengono respinte entro 90 giorni.
    • 11.4 Recesso per inattività. Google si riserva il diritto di risolvere il Contratto e interrompere la fornitura dei Servizi previa notifica di 30 giorni se, per un periodo di 60 giorni consecutivi, il Cliente, inclusi gli Utenti finali: (a) non ha eseguito l'accesso alla Console di amministrazione o (b) non ha utilizzato i Servizi.
    • 11.5 Effetti del Recesso. Se il Contratto viene risolto o scade, anche tutti i Moduli d'ordine sono risolti o scadono, secondo il caso. Se il Contratto viene risolto o scade: (a) tutti i diritti e l'accesso ai Servizi ai sensi del Contratto cessano (incluso l'accesso ai Dati del cliente) e (b) Google invia al Cliente una fattura finale.
    • 11.6 Validità imperitura. Le seguenti sezioni rimarranno in vigore anche dopo la scadenza o il recesso del presente Contratto: Sezione 4 (Pagamento), 7 (Riservatezza), 8 (Proprietà intellettuale), 10.2 (Limitazione di responsabilità), 11.5 (Effetti del Recesso), 12 (Indennizzo), 13 (Responsabilità), 14 (Disposizioni varie) e 15 (Definizioni).
  • 12. Indennizzo.
    • 12.1 Obbligazioni di indennizzo di Google. Google si impegna a difendere il Cliente e le sue Società consociate partecipanti al Contratto ("Parti indennizzate del Cliente") e a tenerli indenni dalle Responsabilità indennizzate in qualsiasi Procedimento giudiziario iniziato da terze parti nella misura in cui questo derivi da accuse dichiaranti che l'utilizzo da parte delle Parti indennizzate del Cliente, in conformità con quanto disposto nel presente Contratto, di eventuali Materiali indennizzati di Google sia in violazione dei Diritti di proprietà intellettuale della terza parte.
    • 12.2 Obbligazioni di indennizzo del Cliente. Salvo se vietato dalla legge vigente, il Cliente difenderà Google e le sue Società consociate e li terrà indenni dalle Responsabilità indennizzate in qualsiasi Procedimento giudiziario iniziato da terze parti nella misura in cui questo derivi da: (a) Materiali indennizzati del Cliente o (b) l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente o di un Utente finale in violazione delle Norme di utilizzo accettabile o delle Restrizioni d'uso.
    • 12.3 Esclusioni dall'indennizzo. Le sezioni 12.1 (Obbligazioni di indennizzo di Google) e 12.2 (Obbligazioni di indennizzo del Cliente) non si applicano se la presunta accusa deriva da: (a) violazione del Contratto imputabile alla parte indennizzata o (b) una combinazione di Materiali indennizzati di Google o Materiali indennizzati del Cliente (secondo il caso) con materiali non forniti dalla parte indennizzante ai sensi del Contratto, salvo se la combinazione sia richiesta dal Contratto.
    • 12.4 Condizioni di indennizzo. Le Sezioni 12.1 (Obbligazioni di indennizzo di Google) e 12.2 (Obbligazioni di indennizzo del Cliente) sono subordinate a quanto segue:
      • (a) La parte indennizzata deve tempestivamente notificare per iscritto alla parte indennizzante l'accusa o le accuse che hanno preceduto il Procedimento giudiziario iniziato da terze parti e collaborare in misura ragionevole con la parte indennizzante per risolvere l'accusa o le accuse e il Procedimento giudiziario iniziato da terze parti. Qualora una violazione della presente Sezione 12.4 (a) pregiudichi la difesa del Procedimento giudiziario iniziato da terze parti, le obbligazioni della parte indennizzante di cui alle Sezioni 12.1 (Obbligazioni di indennizzo di Google) o 12.2 (Obbligazioni di indennizzo del Cliente), secondo il caso, saranno ridotte proporzionalmente al pregiudizio.
      • (b) La parte indennizzata dovrà cedere il controllo esclusivo della porzione indennizzata del Procedimento giudiziario iniziato da terze parti alla parte indennizzante, in base a quanto segue: (i) la parte indennizzata può incaricare un proprio legale, senza facoltà di controllo, a proprie spese e (ii) qualsiasi soluzione che richieda alla parte indennizzata di ammettere responsabilità, pagare denaro o intraprendere (o astenersi dall'intraprendere) qualsiasi azione, richiederà il previo consenso scritto da parte della parte indennizzata, che non dovrà essere irragionevolmente trattenuto, condizionato o ritardato.
    • 12.5 Rimedi.
      • (a) Se Google ritiene ragionevolmente che i Servizi violino i Diritti di proprietà intellettuale di una terza parte, può agire nel seguente modo a propria discrezione e a proprie spese: (i) ottenere il diritto per il Cliente di continuare a utilizzare i Servizi; (ii) modificare i Servizi in modo tale da ripristinarne la conformità senza ridurne sostanzialmente la funzionalità o (iii) sostituire i Servizi con un'alternativa conforme equivalente a livello funzionale.
      • (b) Se Google non ritiene che i rimedi riportati nella Sezione 12.5(a) siano commercialmente ragionevoli, potrà Sospendere o cessare i Servizi interessati.
    • 12.6 Diritti e obbligazioni esclusivi. Senza che ciò influisca sui diritti di recesso di ciascuna parte, la presente Sezione 12 (Indennizzo) determina il solo e unico rimedio delle parti, ai sensi del presente Contratto, in relazione alle accuse di presunte violazioni dei Diritti di proprietà intellettuale e ai Procedimenti giudiziari iniziati da terze parti descritti nella Sezione 12 (Indennizzo).
  • 13. Responsabilità.
    • 13.1 Responsabilità limitate.
      • (a) Nei limiti consentiti dalla legge vigente e secondo quanto stabilito nella Sezione 13.2 (Responsabilità illimitate), nessuna parte avrà Responsabilità derivanti da o in relazione al Contratto per: (i) perdita di fatturato, profitti, risparmi o reputazione o (ii) danni indiretti, speciali, incidentali, consequenziali o punitivi.
      • (b) La Responsabilità totale di ciascuna parte per i danni derivanti da o in relazione al Contratto è limitata alle Tariffe pagate dal Cliente ai sensi del Contratto durante i 12 mesi precedenti l'evento che ha dato origine alla responsabilità.
    • 13.2 Responsabilità illimitate. Nessuna parte del Contratto esclude o limita la Responsabilità di ciascuna parte in caso di: (a) morte, lesioni personali o danno tangibile alla proprietà, risultanti da negligenza di una delle parti o dei suoi dipendenti o agenti; (b) frode o dichiarazione fraudolenta; (c) obbligazioni ai sensi della Sezione 12 (Indennizzo); (d) violazione dei Diritti di proprietà intellettuale dell'altra parte; (e) obbligazioni di pagamento ai sensi del Contratto o (f) questioni per le quali la responsabilità non può essere esclusa o limitata ai sensi delle leggi vigenti.
  • 14. Disposizioni varie.
    • 14.1 Notifiche. Google può fornire qualsiasi notifica al Cliente: (a) inviando un'email all'Indirizzo email per le notifiche o (b) pubblicando una notifica nella Console di amministrazione. Il Cliente può fornire una notifica a Google inviando un'email all'indirizzo legal-notices@google.com. La notifica verrà considerata ricevuta quando (x) l'email viene inviata, indipendentemente dal fatto che l'altra parte la riceva o (y) la notifica viene pubblicata nella Console di amministrazione. È responsabilità del Cliente tenere aggiornato l'Indirizzo email per le notifiche per tutto il Periodo di validità.
    • 14.2 Email. Ai sensi del presente Contratto, le parti possono utilizzare le email per soddisfare i requisiti di approvazione e consenso scritti.
    • 14.3 Trasferimento. Nessuna delle parti può trasferire il Contratto senza il consenso scritto dell'altra parte, fatta eccezione per una Società consociata, laddove: (a) l'assegnatario abbia accettato per iscritto di essere vincolato dai termini del Contratto; (b) la parte cedente rimanga responsabile delle obbligazioni sostenute ai sensi del Contratto qualora l'assegnatario risulti inadempiente e (c) la parte cedente abbia notificato all'altra parte tale trasferimento. Qualsiasi altro tentativo di cessione sarà considerato nullo.
    • 14.4 Passaggio di controllo. Se una parte è oggetto di un passaggio di controllo che non sia una ristrutturazione o riorganizzazione interna: (a) tale parte invierà una notifica scritta all'altra parte entro 30 giorni dal passaggio del controllo e (b) l'altra parte potrà risolvere immediatamente il Contratto in qualsiasi momento entro 30 giorni dalla ricezione della suddetta notifica scritta.
    • 14.5 Forza maggiore. Nessuna delle parti sarà considerata responsabile in caso di inadempimento o adempimento tardivo delle proprie obbligazioni qualora ciò sia ascrivibile a circostanze che esulano dal controllo della parte inadempiente, inclusi eventi fortuiti, calamità naturali, terrorismo, rivolte o guerre.
    • 14.6 Cessione mediante subcontratto. Google può cedere mediante subcontratto le obbligazioni ai sensi del presente Contratto, ma rimane responsabile verso il Cliente di tutte le obbligazioni cedute mediante subcontratto.
    • 14.7 Esclusione di rinuncia. L'omissione o il ritardo nell'esercizio di un qualsiasi diritto previsto dal Contratto non costituirà una rinuncia ad alcun diritto da parte di nessuna delle parti.
    • 14.8 Clausola salvatoria. Qualora qualsiasi Sezione del presente Contratto si rivelasse, in tutto o in parte, non valida, illegittima o inapplicabile, la parte restante del Contratto rimarrà in vigore a tutti gli effetti.
    • 14.9Mancata instaurazione di un rapporto di agenzia. Il presente Contratto non dà luogo ad alcun mandato di agenzia, partnership o joint venture tra le parti.
    • 14.10 Efficacia nei confronti di terzi. Il presente Contratto non conferisce benefici a favore di terze parti salvo quanto espressamente stabilito.
    • 14.11 Risarcimento in base all'equity relief. Nulla nel presente Contratto limiterà la capacità delle parti di richiedere una compensazione a titolo equitativo.
    • 14.12 Legislazione vigente. Tutte le rivendicazioni derivanti da o relative al presente Contratto o ai Servizi saranno disciplinate dalla legge della California, con l’esclusione delle norme di diritto internazionale privato della California, e saranno disputate esclusivamente nei tribunali federali o statali della contea di Santa Clara, California; le parti acconsentono alla giurisdizione personale in tali tribunali.
    • 14.13 Emendamenti. Salvo diversa e specifica disposizione nel presente Contratto, qualsiasi modifica al Contratto deve espressamente indicare che rappresenta un emendamento del Contratto e deve essere formulata per iscritto e firmata da entrambe le parti.
    • 14.14 Sviluppo indipendente. Nessuna disposizione del presente Contratto potrà essere interpretata come limitazione o restrizione di ciascuna parte relativamente allo sviluppo, alla fornitura o all'acquisizione indipendente di qualsiasi materiale, servizio, prodotto, programma o tecnologia che sia assimilabile all'oggetto del Contratto, a condizione che la parte non violi in tal modo le proprie obbligazioni ai sensi del Contratto.
    • 14.15 Indivisibilità del Contratto. Il Contratto stabilisce tutti i termini concordati dalle parti e prevale su tutti i contratti precedenti o contemporanei tra le parti relativi allo stesso oggetto del presente Contratto. Al momento della stipula del presente Contratto, nessuna delle parti ha esercitato, né eserciterà, un diritto o un rimedio sulla base di qualsivoglia affermazione, dichiarazione o garanzia (fornita intenzionalmente o in buona fede), salvo quanto espressamente dichiarato nel presente Contratto. Il Contratto include link URL ad altri termini (inclusi i Termini URL) che sono incorporati nel Contratto mediante riferimento.
    • 14.16 Termini in conflitto. Qualora si verifichi un conflitto tra i documenti che compongono il presente Contratto, l'ordine di precedenza dei documenti sarà il seguente: il Modulo d'ordine, il Contratto e i Termini URL.
    • 14.17 Documenti omologhi. Le parti potranno stipulare il presente Contratto in più copie, ivi incluso via fax, in PDF o in altri formati elettronici, che nell'insieme costituiranno un unico documento.
    • 14.18 Firme elettroniche. Le parti acconsentono all'utilizzo di firme elettroniche.
    • 14.19 Intestazioni. Titoli e didascalie utilizzate nel Contratto hanno solo fini di riferimento e non avranno alcun effetto sull'interpretazione del Contratto.
  • 15. Definizioni.
    • "Norme di utilizzo accettabile" o "AUP" (Acceptable Use Policy) indica le norme per l'utilizzo accettabile dei Servizi, disponibili all'indirizzo https://workspace.google.com/intl/it/terms/use_policy.html.
    • "Account" indica le credenziali dell'Account Google del Cliente e il relativo accesso ai Servizi ai sensi del presente Contratto.
    • "Prodotti aggiuntivi" indica i prodotti, i servizi e le applicazioni che non fanno parte dei Servizi, ma ai quali è possibile accedere per utilizzarli con i Servizi.
    • "Termini per i Prodotti aggiuntivi" indica i termini al momento in vigore disponibili all'indirizzo https://workspace.google.com/intl/it/terms/additional_services.html.
    • "Account amministratore" indica un tipo di Account utente finale che il Cliente (o il Rivenditore, secondo il caso) può utilizzare per amministrare i Servizi.
    • "Console di amministrazione" indica le console online e gli strumenti forniti da Google al Cliente per l'amministrazione dei Servizi.
    • "Amministratori" indica il personale tecnico designato dal Cliente, che amministra i Servizi per conto del Cliente e che può accedere ai Dati del Cliente e agli Account utente finale.
    • "Annunci pubblicitari" indica gli annunci online mostrati da Google agli Utenti finali, esclusi gli annunci che il Cliente sceglie esplicitamente di far mostrare da Google o dalle sue Società consociate in relazione ai Servizi sulla base di un accordo separato (ad esempio annunci di Google AdSense distribuiti dal Cliente in un sito web creato dal Cliente utilizzando la funzionalità "Google Sites" inclusa nei Servizi).
    • "Società consociata" indica qualsiasi entità che controlli una parte, ne sia controllata o sia sottoposta a comune controllo con tale parte, sia direttamente che indirettamente.
    • "BAA" o "Contratto di società in affari" è un addendum al presente Contratto che copre la gestione dei Dati sanitari protetti (così come definiti nell'HIPAA).
    • "Elementi distintivi del brand" indica i nomi commerciali, i marchi, i loghi, i nomi di dominio e altri elementi distintivi del brand di ciascuna parte.
    • "Informazioni riservate" indica le informazioni che una parte (o una società collegata) comunica all'altra parte ai sensi del presente Contratto e che sono contrassegnate come confidenziali o che normalmente sarebbero considerate informazioni confidenziali in tali circostanze. I Dati del Cliente sono Informazioni riservate. Le Informazioni riservate non includono informazioni sviluppate in modo indipendente dal ricevente, condivise con il ricevente da una terza parte senza obbligazioni di riservatezza o che diventino di dominio pubblico senza alcuna responsabilità del ricevente.
    • "Controllo" indica il controllo di oltre il 50% dei diritti di voto o di partecipazione al capitale di una parte.
    • "Servizi principali" indica i Servizi principali di Google Workspace così come descritti nel Riepilogo dei servizi.
    • "Dati del Cliente" indica i dati inviati, archiviati, spediti o ricevuti tramite i Servizi da parte del Cliente, le sue Società consociate o Utenti finali.
    • "Materiali indennizzati del Cliente" indica i Dati del cliente e gli Elementi distintivi del brand del Cliente.
    • "Indirizzo email di dominio" indica l'indirizzo email del Nome di dominio da utilizzare in relazione ai Servizi.
    • "Nome di dominio" indica il nome di dominio specificato nel Modulo d'ordine, da utilizzare in relazione ai Servizi.
    • "Problema di sicurezza di emergenza" può indicare: (a) l'utilizzo dei Servizi da parte del Cliente o dell'Utente finale in violazione delle Norme di utilizzo accettabile, in cui tale utilizzo può interrompere: (i) i Servizi, (ii) l'utilizzo dei Servizi da parte di altri clienti o (iii) la rete o i server di Google utilizzati per fornire i Servizi oppure (b) l'accesso non autorizzato di una terza parte ai Servizi.
    • "Utenti finali" indica le persone a cui il Cliente consente di utilizzare i Servizi e che sono gestite dall'Amministratore.
    • "Account utente finale" indica un account ospitato da Google creato dal Cliente tramite il proprio Amministratore per consentire a un Utente finale di utilizzare i Servizi.
    • "Leggi in materia di controllo delle esportazioni" indica le leggi e normative vigenti relative al controllo delle esportazioni e delle riesportazioni, incluse (a) le disposizioni in materia di esportazioni previste dalle Export Administration Regulations ("EAR") del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, (b) le sanzioni di carattere economico e commerciale adottate dall'Office of Foreign Assets Control del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti e (c) le normative sul traffico di armi a livello internazionale ("ITAR", International Traffic in Arms Regulations) adottate dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.
    • "Feedback" indica il feedback o i suggerimenti che il Cliente fornisce a Google relativamente ai Servizi.
    • "Tariffe" indica il prodotto dell'importo dei Servizi utilizzati o ordinati dal Cliente moltiplicato per i Prezzi e addizionato delle eventuali Tasse applicabili.
    • "Materiali indennizzati di Google" indica la tecnologia di Google utilizzata per fornire i Servizi e gli Elementi distintivi del brand di Google.
    • "Attività ad alto rischio" indica le attività, tra cui l'azionamento di impianti nucleari, il controllo del traffico aereo, i sistemi di supporto alla vita o le armi, nelle quali l'utilizzo o il mancato funzionamento dei Servizi può causare decesso, lesioni alla persona o danno ambientale.
    • "HIPAA": indica la legge statunitense Health Insurance Portability and Accountability Act del 1996, soggetta a possibili modifiche periodiche, nonché qualsiasi norma emessa in base a tale legge.
    • "incluso" indica incluso a titolo esemplificativo.
    • "Responsabilità indennizzate" indica (i) i costi di conciliazione approvati dalla parte indennizzante e (ii) i danni e i costi riconosciuti in via definitiva nei confronti della parte indennizzata e delle sue Società consociate da parte di un tribunale competente.
    • "Proprietà intellettuale" o "PI" indica qualsiasi elemento tutelato da un diritto di proprietà intellettuale.
    • "Diritti di proprietà intellettuale" indica tutti i diritti di brevetto, copyright, diritti di segreto commerciale (se presenti), diritti di marchio commerciale, diritti di progettazione, diritti di database, diritti di nome di dominio, diritti morali e tutti gli altri diritti di proprietà intellettuale (registrati o non registrati) detenuti in tutto il mondo.
    • "Procedimento giudiziario" indica una richiesta di divulgazione di informazioni presentata ai sensi di leggi, normative statali, ingiunzioni del tribunale, citazioni, mandati, su richiesta di un ente governativo o agenzia oppure altra valida autorità giuridica, atto giuridico o processo analogo.
    • "Responsabilità" indica qualsiasi tipo di responsabilità, sia per inadempienza contrattuale, illecito civile (inclusa la negligenza) o altro, sia prevedibile che contemplato dalle parti.
    • "Indirizzo email di notifica" indica gli indirizzi email specificati dal Cliente nella Console di amministrazione.
    • "Modulo d'ordine" indica la pagina o le pagine dell'ordine online, o altro documento d'ordine accettabile per Google ai sensi del presente Contratto, emesso da Google e accettato da Google, che specifica i Servizi che Google fornirà al Cliente nell'ambito del presente Contratto.
    • "Periodo di validità dell'ordine" indica il periodo di tempo che inizia dalla Data di inizio dei Servizi relativa ai Servizi e si protrae per il periodo indicato sul Modulo d'ordine, fatto salvo il recesso anticipato in conformità al presente Contratto.
    • "Altri Servizi" indica gli "Altri Servizi per Google Workspace" così come descritti nel Riepilogo dei servizi.
    • "Prezzi" indica i prezzi applicabili stabiliti all'indirizzo https://workspace.google.com/intl/it/pricing.html, salvo se diversamente concordato in un Modulo d'ordine o emendamento.
    • "Rivenditore" indica, se applicabile, il rivenditore di terza parte, che non sia una Società consociata, che vende i Servizi al Cliente.
    • "Contratto per i rivenditori" indica il contratto separato tra il Cliente e il Rivenditore riguardo ai Servizi. Il Contratto per i rivenditori è un contratto a sé ed esula dall'ambito del presente Contratto.
    • "Termini di servizio specifici” indica i Termini applicabili specificamente a uno o più Servizi, consultabili all'indirizzo https://workspace.google.com/intl/it/terms/service-terms/.
    • "Servizi" indica i Servizi principali applicabili e gli Altri servizi ordinati nel Modulo d'ordine applicabile.
    • "Data di inizio dei servizi" indica la data indicata nel Modulo d'ordine o, se successiva, la data in cui Google rende disponibili i Servizi per il Cliente.
    • "Riepilogo dei servizi" indica la descrizione al momento più aggiornata disponibile all'indirizzo https://workspace.google.com/intl/it/terms/user_features.html.
    • "Cessazione rilevante" indica un'interruzione sostanziale o una modifica retroattiva incompatibile dei Servizi principali a causa delle quali il Cliente o gli Utenti finali non saranno più in grado di utilizzare i Servizi per: (1) inviare e ricevere messaggi email; (2) pianificare e gestire eventi; (3) creare, condividere, archiviare e sincronizzare file; (4) comunicare con altri Utenti finali in tempo reale o (5) eseguire ricerche nei messaggi email, archiviarli ed esportarli.
    • "SLA" indica i termini al momento in vigore disponibili all'indirizzo https://workspace.google.com/intl/it/terms/sla.html.
    • "Sospendere" o "Sospensione" indica la disattivazione dell'accesso ai Servizi, o ai relativi componenti, o dell'utilizzo degli stessi.
    • "Tasse" indica tutte le tasse imposte dal governo, ad eccezione delle tasse basate sul reddito netto di Google o del Cliente, il patrimonio netto, il valore d'inventario, il valore proprietario o l'impiego.
    • "Periodo di validità" indica il periodo che inizia con la Data di validità e rimane in vigore fintanto che è in essere un Modulo d'ordine attivo.
    • "Procedimento legale di terze parti" indica ogni procedimento legale formale presentato da una parte terza non affiliata davanti a una corte o a un tribunale governativo (inclusi i procedimenti di ricorso).
    • "Linee guida del marchio" indica i Termini e le condizioni del brand Google, disponibili all'indirizzo http://www.google.com/permissions/trademark/brand-terms.html.
    • "Servizi di assistenza tecnica" indica i servizi di assistenza tecnica forniti da Google al Cliente ai sensi delle Linea guida per i servizi di assistenza tecnica.
    • "Linee guida per i servizi di assistenza tecnica" indica le linee guida al momento più aggiornate per i servizi di assistenza tecnica, disponibili all'indirizzo: https://workspace.google.com/intl/it/terms/tssg.html.
    • "Termini URL" indica le Norme di utilizzo accettabile, i Termini di servizio specifici, lo SLA (accordo sul livello del servizio) e le Linee guida per i servizi di assistenza tecnica.
    • "Restrizioni d'uso" indica le restrizioni descritte nella Sezione 3.4 (Restrizioni d'uso) del Contratto ed eventuali altre restrizioni all'uso dei Servizi descritte nei Termini di servizio specifici.

Versione: 8 aprile 2020