Termini specifici del servizio per Google Workspace

Ultima modifica: 20 novembre 2023

  • Per le traduzioni in altre lingue dei presenti Termini specifici del servizio, fai clic qui.

  • I termini in maiuscolo non definiti nei presenti Termini specifici del servizio per Google Workspace (precedentemente noto come G Suite) hanno il significato indicato nell'Allegato relativo ai servizi Google Workspace del Contratto principale di Google Cloud, nel Contratto Google Workspace for Education o in altri contratti applicabili che regolano l'utilizzo dei Servizi Google Workspace (in ciascun caso, il "Contratto").

    • 1. Regioni di dati.

      1. 1.1 Spazio di archiviazione dei dati principali. Ai sensi della Sezione 1.2 (Spazio di archiviazione dei dati principali di AppSheet), se il Cliente utilizza una Versione pertinente dei Servizi, può selezionare una Regione di dati in cui archiviare i Dati geolocalizzati at-rest e Google, in conformità alle leggi vigenti, archivierà tali Dati geolocalizzati di conseguenza ("Criteri per le regioni di dati").

      2. 1.2 Spazio di archiviazione dei dati principali di AppSheet. I Criteri per le regioni di dati si applicano solo ad AppSheet (anche se incluso in una Versione pertinente dei Servizi) laddove (a) il Cliente utilizzi una Versione pertinente di AppSheet e (b) un Utente finale abbia selezionato specifici Dati geolocalizzati da archiviare nella Regione di dati.

      3. 1.3 Limitazione. Per i Dati del cliente non coperti dai Criteri per le regioni di dati, Google può archiviare tali dati ovunque Google stessa o i suoi Sub-responsabili dispongano di strutture, in conformità con l'Addendum per il Trattamento dei dati Cloud.

      4. 1.4 Definizioni.

        1. "Dati geolocalizzati" indica esclusivamente i seguenti dati principali nell'ambito dei Dati del cliente per il Servizio corrispondente:

          1. (a) Gmail: riga oggetto e corpo delle email, allegati, mittenti e destinatari dei messaggi.

          2. (b) Google Calendar: titolo e descrizione dell'evento, data, ora, invitati, frequenza e luoghi.

          3. (c) Documenti Google, Fogli Google e Presentazioni Google: testo del corpo del file, immagini incorporate e commenti associati generati dagli Utenti finali.

          4. (d) Google Drive: contenuto del file originale caricato su Drive.

          5. (e) Google Chat: messaggi e allegati.

          6. (f) Google Vault: esportazioni di Vault.

          7. (g) AppSheet: definizioni di app, configurazioni di origini dati e token di accesso e Dati dei clienti nei database di AppSheet.

        2. "Regione di dati" indica:

          1. (a) gli Stati Uniti o l'Europa, tranne che in relazione ad AppSheet; oppure

          2. (b) Europa, in relazione ad AppSheet.

        3. "Versione pertinente" indica le versioni seguenti:

          1. (a) G Suite Business

          2. (b) Google Workspace Enterprise Plus

          3. (c) Google Workspace for Education Standard

          4. (d) Google Workspace for Education Plus

    • 2. Google Vault. I termini seguenti sono applicabili solo a Google Vault:

      1. 2.1 Conservazione. Google non è tenuta a conservare nessuno dei Dati del cliente archiviati oltre la data di scadenza del periodo di conservazione specificato dal Cliente o del Periodo di validità dell'ordine applicabile alle licenze Google Vault pertinenti, a meno che: (a) prima della scadenza di tale periodo di conservazione, il Cliente estenda il periodo di conservazione o rinnovi il relativo Periodo di validità dell'ordine; (b) la legislazione vigente o procedimenti giudiziari impediscano a Google di eliminare i dati; oppure (c) i dati siano soggetti ad archiviazione a fini legali imposta dal Cliente.

    • 3. Google Workspace Essentials. I seguenti termini si applicano esclusivamente alla versione o alle versioni Google Workspace Essentials e/o Google Workspace Essentials Starter, come indicato:

      1. 3.1 Risoluzione per inattività o per motivi di convenienza. Se il Cliente ordina la versione Google Workspace Essentials Starter, Google si riserva il diritto di risolvere la fornitura della versione Google Workspace Essentials Starter:

        1. (a) con preavviso di 30 giorni al Cliente se, per qualsiasi periodo di 60 giorni consecutivi precedente la data del preavviso, né il Cliente né alcuno dei suoi Utenti finali hanno effettuato l'accesso alla Console di amministrazione o utilizzato i Servizi; oppure

        2. (b) per motivi di convenienza, con preavviso di 90 giorni al Cliente.

      2. 3.2 Servizi di assistenza tecnica. I servizi di assistenza tecnica non sono disponibili per la versione Google Workspace Essentials Starter.

      3. 3.3 Definizioni aggiuntive.

        1. "Utente attivo" indica un Utente finale della versione Google Workspace Essentials che (a) organizza o partecipa a una riunione video di Google Meet almeno una volta durante il mese di calendario o (b) apre un file su Google Drive almeno una volta durante il mese di calendario.

    • 4. Cloud Search. I termini seguenti sono applicabili esclusivamente a Cloud Search:

      1. 4.1 Origini dati di terze parti. L'utilizzo da parte del Cliente di origini dati di terze parti in relazione a Cloud Search Platform è soggetto e regolato dai Termini e condizioni sanciti tra il Cliente e il relativo fornitore dell'Origine dati. Tra le parti, il Cliente è l'unico responsabile di questi Termini e condizioni, anche per quanto riguarda la garanzia che gli stessi consentano a Google di accedere e utilizzare le Origini dati pertinenti per la fornitura di Cloud Search Platform.

    • 5. Servizi Cloud Identity. I termini seguenti sono applicabili solo ai servizi Cloud Identity forniti nell'ambito del presente Contratto:

      • 5.1 Contratto applicabile. Se, oltre al presente Contratto, l'utilizzo da parte del Cliente dei Servizi di Cloud Identity nell'ambito dell'Account è soggetto a un contratto relativo alla Piattaforma Google Cloud ("Contratto GCP") e/o ai termini riportati all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/identity ("TdS di Cloud Identity"), allora i documenti prevarranno nel seguente ordine (di precedenza decrescente): (a) il presente Contratto; (b) il Contratto GCP; o (c) i TdS di Cloud Identity. La presente sezione sopravviverà anche dopo la scadenza o la risoluzione del presente Contratto.

      • 5.2 Definizioni aggiuntive.

        1. Per "Piattaforma Google Cloud" si intendono i servizi in vigore descritti all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/services.

    • 6. Termini delle Offerte di disponibilità pre-generale. Google può rendere disponibili al Cliente funzionalità, servizi o software di Google Workspace in disponibilità pre-generale, identificati come "Accesso in anteprima", "Alpha", "Beta", "Anteprima", "Sperimentale" o con designazioni simili nel Riepilogo dei servizi, nella documentazione o nei materiali correlati, oppure una Richiesta di partecipazione al test, così come definita di seguito (collettivamente, "Offerte pre-GA"). Benché le Offerte pre-GA non siano Servizi, il loro utilizzo da parte del Cliente è soggetto ai termini del Contratto applicabili ai Servizi, così come modificati dalla presente Sezione 6.

      1. 6.1 Accesso e utilizzo delle Offerte pre-GA.

        1. (a) Richieste di partecipazione al test. Il Cliente può richiedere di diventare utente di test per le Offerte pre-GA, inviando la richiesta tramite la Console di amministrazione o altro mezzo di Google ("Richiesta/e di partecipazione al test"). Se accettato come utente di test (sulla base degli attuali requisiti a livello di dominio di Google per gli utenti di test), Google renderà disponibile l'Offerta pre-GA per l'utilizzo da parte del Cliente in base ai termini della presente Sezione 6. L'Offerta pre-GA può essere soggetta a Termini aggiuntivi ("Termini specifici per il test") che, se applicabili, verranno forniti da Google in forma scritta, mediante la Richiesta di partecipazione al test o in altro modo, prima di qualsiasi utilizzo da parte del Cliente. La Richiesta di partecipazione al test ed eventuali Termini specifici per il test sono incorporati nella presente Sezione 6.

        2. (b) Utilizzo dei Dati dei test del Cliente. Fatto salvo quanto indicato alle Sezioni 6(d) (Restrizioni all'uso per i Clienti governativi) e 6(e) (Restrizioni all'uso per i Dati sanitari protetti) qui sotto, Google può, e il Cliente si assicurerà che Google possa (anche mediante raccolta e trasmissione di eventuali comunicazioni o consensi obbligatori), utilizzare qualsiasi Dato del cliente (compresi i Dati personali del cliente) trasmesso, archiviato, inviato o ricevuto mediante qualunque Offerta pre-GA dal Cliente o dai suoi Utenti finali ("Dati dei test del Cliente") al fine di fornire, testare, analizzare, sviluppare e migliorare le Offerte pre-GA e qualsiasi prodotto e servizio Google con esse utilizzato, senza alcuna restrizione o obbligazione nei confronti del Cliente e di qualsivoglia Utente finale o terza parte, a esclusione di quanto previsto nelle disposizioni del Contratto in materia di riservatezza nonché qui di seguito.

        3. Se il Cliente ha accettato o le parti hanno altrimenti acconsentito ai Termini di Google in vigore in quel momento che descrivono le obbligazioni in materia di protezione e trattamento dei dati in relazione ai Dati del cliente, così come specificato all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/data-processing-addendum ("Addendum per il trattamento dei dati Cloud" o "ATDC"), l'ATDC si applicherà alle Offerte pre-GA in quanto "Servizi" ai fini dell'ATDC e, per chiarezza, la presente Sezione 6 farà parte del "Contratto" di cui alla Sezione 5.2 (Conformità alle istruzioni del Cliente) dell'ATDC, fatti salvi i seguenti emendamenti:

          1. (i) Il Cliente riconosce che, ai fini della Sezione 6.1 (Eliminazione da parte del Cliente) dell'ATDC e nella misura consentita dalle leggi vigenti, la funzionalità delle Offerte pre-GA può non consentire l'eliminazione dei Dati dei test del Cliente durante il periodo in cui il Cliente è autorizzato a utilizzare l'Offerta pre-GA ("Periodo di validità pre-GA"); tuttavia, i Dati dei test del Cliente verranno eliminati alla scadenza del Periodo di validità, conformemente alla Sezione 6.2 (Restituzione o Eliminazione alla scadenza del periodo di validità del contratto) dell'ATDC.

          2. (ii) Se non diversamente indicato nei Termini specifici per il test: (A) le informazioni relative ai Sub-responsabili (come definiti nell'ATDC) incaricati in relazione alle Offerte pre-GA, incluse le loro funzioni e sedi, verranno rese disponibili per iscritto da Google su richiesta del Cliente e (B) Google informerà il Cliente dell'incarico, durante il Periodo di validità pre-GA, di qualsiasi nuovo Sub-responsabile di terze parti incaricato da Google in relazione alle Offerte pre-GA (inclusi il nome e la sede del Sub-responsabile e delle relative attività) scrivendo all'Indirizzo email per le notifiche prima che il Sub-responsabile inizi il trattamento dei Dati dei test del Cliente. Se il Cliente si oppone al Sub-responsabile può interrompere l'uso dell'Offerta pre-GA applicabile come solo e unico rimedio a sua disposizione.

        4. (c) Nessun requisito di posizione dei dati o trasparenza degli accessi. I Dati dei test del Cliente trattati ai sensi della presente Sezione 6 non saranno soggetti ad alcun requisito relativo alla posizione dei dati (così come descritto nella Sezione 1 (Regioni di dati) dei presenti Termini specifici del servizio) o alla trasparenza degli accessi (così come descritto all'indirizzo https://support.google.com/a/answer/9230474).

        5. (d) Restrizioni all'uso per i Clienti governativi. Salvo se autorizzati per iscritto da Google, i seguenti clienti potranno utilizzare unicamente dati dei test o sperimentali con le Offerte pre-GA e non sono autorizzati a utilizzare alcun dato "reale" o di produzione in connessione alle Offerte pre-GA: clienti del governo degli Stati Uniti o di altri paesi, incluse entità o agenzie di regolamentazione o governative federali, nazionali, statali, regionali, provinciali o locali, a esclusione dei clienti che siano istituti didattici.

        6. (e) Restrizioni all'uso per i Dati sanitari protetti. Il Cliente non può utilizzare le Offerte pre-GA per il trattamento di Dati sanitari protetti così come definiti nell'HIPAA.

      2. 6.2 Modifica, Sospensione o Interruzione. Le Offerte pre-GA (e qualsiasi delle loro funzionalità) possono essere modificate, sospese o rese indisponibili in qualsiasi momento senza preavviso al Cliente.

      3. 6.3 Limitazione di responsabilitàLE OFFERTE PRE-GA SONO FORNITE "COSÌ COME SONO", PRIVE DI QUALSIVOGLIA GARANZIA IMPLICITA O ESPLICITA O RAPPRESENTAZIONE DI ALCUN TIPO, NON SONO COPERTE DA ALCUNO SLA (ACCORDO SUL LIVELLO DEL SERVIZIO) O OBBLIGO DI INDENNIZZO DA PARTE DI GOOGLE. Tranne in caso di espressa indicazione contraria nei Termini specifici per il test di una determinata Offerta pre-GA, le Offerte pre-GA non sono coperte da servizi di assistenza tecnica.

      4. 6.4 Responsabilità. Google non sarà responsabile per eventuali importi superiori al minor valore tra (A) il limite per l'importo della responsabilità stabilito nel Contratto e (B) 25.000 $. Nulla nella frase precedente influenzerà le esclusioni da qualsivoglia limitazione di responsabilità del Contratto in relazione a quanto segue: (1) morte o lesioni personali risultanti da negligenza, (2) frode o rappresentazione ingannevole fraudolenta, (3) violazione dei Diritti di proprietà intellettuale dell'altra parte o (4) questioni per cui non è possibile escludere o limitare la responsabilità ai sensi della legge vigente.

      5. 6.5 Risoluzione. Google può interrompere l'utilizzo dell'Offerta pre-GA da parte del Cliente in qualsiasi momento dandogliene comunicazione scritta, anche per consentire ad altri clienti di utilizzare l'Offerta pre-GA.

    • 7. Verifica mediante l'Indirizzo email di dominio. I seguenti termini aggiuntivi si applicano solo quando un Indirizzo email di dominio (invece che il Nome di dominio) viene verificato per l'utilizzo dei Servizi:

      1. 7.1 Invito di Utenti finali. Il Cliente può invitare altri utenti provvisti di Indirizzo email di dominio a utilizzare i Servizi. Se tali utenti accettano l'invito del Cliente a utilizzare i Servizi, verranno considerati suoi Utenti finali in base al Contratto.

      2. 7.2 Verifica del Nome di dominio.

        1. (a) Assunzione del controllo da parte della Parte verificante. Qualsiasi persona fisica o giuridica può verificare in qualsiasi momento il Nome di dominio corrispondente all'Indirizzo email di dominio ("Parte verificante"). La Parte verificante acquisirà la proprietà e il controllo degli Account utente finale corrispondenti al Nome di dominio e a tutti i dati associati al loro interno immediatamente dopo la verifica del Nome di dominio. Il Cliente e tutti gli Utenti finali riceveranno una notifica al momento della verifica del Nome di dominio.

        2. (b) Amministrazione successiva alla verifica del Nome di dominio. Una Parte verificante avrà determinate autorizzazioni rispetto all'Account del cliente e a tutti gli Account utente finale, come descritto nella documentazione.

      3. 7.3 Eliminazione dei dati. In qualsiasi momento prima che la Parte verificante avrà acquisito la proprietà e il controllo del nome di dominio e di tutti gli Account utente finale associati (compreso l'Account del cliente), il Cliente o i suoi Utenti finali potranno eliminare o esportare i Dati del cliente e/o cancellare il proprio o i propri Account utente finale in modo coerente con la funzionalità dei Servizi. Dopo che la Parte verificante avrà acquisito la proprietà e il controllo del Nome di dominio e di tutti gli Account utente finale associati (incluso l'Account del cliente), in deroga a qualsiasi disposizione contraria contenuta nell'Addendum per il trattamento dei dati Cloud, il Cliente o i suoi Utenti finali potrebbero non essere in grado di eliminare l'Account o gli Account utente finale e di eliminare o esportare i Dati del cliente in base all'amministrazione dei Servizi.

      4. 7.4 Istruzioni per il trattamento dati. Se il Cliente non intraprende alcuna azione per eliminare o esportare i Dati del cliente prima che la Parte verificante acquisisca la proprietà e il controllo del Nome di dominio e di tutti gli Account utente finale associati (incluso l'Account del cliente), in deroga alla Sezione 6.2 (Restituzione o Eliminazione alla scadenza del periodo di validità del contratto) dell'Addendum per il trattamento dei dati Cloud, il Cliente riconosce che i presenti Termini specifici del servizio documentano le istruzioni del Cliente a Google per: (a) conservare, dopo la risoluzione del Contratto come descritto nella Sezione 7.6 (Risoluzione dopo la verifica del dominio), tutti i Dati del cliente che non sono stati eliminati dal Cliente prima di tale risoluzione; e (b) rendere tali Dati del cliente conservati disponibili alla Parte verificante.

      5. 7.5 Consenso all'amministrazione. Ove applicabile, il Cliente accetta di concedere quanto segue: (a) alla Parte verificante l'accesso e le capacità descritti nel Contratto e (b) a Google di fornire alla Parte verificante l'accesso e le capacità descritti nel Contratto.

      6. 7.6 Risoluzione dopo la verifica del dominio. Nel caso in cui la Parte verificante sia una terza parte, il presente Contratto si intenderà automaticamente risolto quando la Parte verificante acquisisce la proprietà e il controllo del Nome di dominio e di tutti gli Account utente finale associati (incluso l'Account del cliente). Per chiarezza, questa sezione non influisce sui diritti degli Utenti finali che la Parte verificante potrebbe concedere in base al proprio Contratto Google Workspace (separato).

      7. 7.7 Limitazioni dei Servizi. Alcuni Servizi, caratteristiche e funzionalità potrebbero non essere disponibili salvo e finché non venga verificato il Nome di dominio.

      1. 8. Servizi di telefonia Google. I seguenti termini si applicano esclusivamente (i) a Google Voice e (ii) all'utilizzo di Google Meet per l'esecuzione di chiamate in uscita e l'accettazione di chiamate in entrata ("Telefonia Google Meet"), secondo i casi (e ai fini della presente Sezione 8, "Google Voice" e "Telefonia Google Meet" sono collettivamente denominati "Servizi di telefonia Google"). I PRESENTI TERMINI CONTENGONO INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLE LIMITAZIONI RELATIVE AI SERVIZI DI EMERGENZA. LEGGERE ATTENTAMENTE:

        1. 8.1 Parti e struttura del Contratto dei Servizi di telefonia Google.

          1. (a) Fornitore di Servizi di telefonia Google. La persona giuridica Google applicabile indicata nell'Elenco fornitori di servizi e telefonia applicabile (in ciascun caso, tale Società consociata viene definita di seguito "Fornitore di Servizi di telefonia Google" o "GTSP") fornirà i Servizi di telefonia Google applicabili al Cliente.

          2. (b) Struttura del Contratto di telefonia Google. Laddove il GTSP è una società consociata di Google e non Google, solo in relazione ai Servizi di telefonia Google applicabili, Google stipula contratti per conto del GTSP (debitamente autorizzato come suo agente) e di conseguenza:

            1. (i) Se il Cliente sceglie di ordinare qualsiasi Servizio di telefonia Google oltre agli altri Servizi che ha ordinato in base al Contratto, la presente Sezione 8.1 congiuntamente agli altri termini del Contratto (tra cui l'ATDC e tutte le limitazioni di responsabilità) costituiranno un Contratto separato (il "Contratto di telefonia Google") stipulato tra il GTSP applicabile (attraverso Google in qualità di suo agente debitamente autorizzato) e il Cliente solo in relazione a tali Servizi di telefonia Google, ai sensi dei restanti termini della presente Sezione 8.1.

            2. (ii) Il Contratto di telefonia Google avrà effetto a partire dalla data di validità del relativo ordine iniziale del Cliente e, fatto salvo il recesso anticipato in conformità ai propri termini, proseguirà fino a (A) la cessazione del Contratto di telefonia Google in conformità ai termini stabiliti in quest'ultimo o (B) il recesso dal Contratto o la sua scadenza, a seconda di quale evento si verifichi prima. Il Contratto di telefonia Google prevarrà sul Contratto soltanto in relazione ai Servizi di telefonia Google.

            3. (iii) Per gli scopi previsti dal Contratto di telefonia Google e a esclusione dei riferimenti riportati nel Riepilogo dei Servizi e nella presente Sezione 8 dei Termini specifici del servizio, tutti i riferimenti al "Contratto" vengono sostituiti con riferimenti al "Contratto di telefonia Google"; tutti i riferimenti alla persona giuridica "Google" vengono sostituiti con riferimenti a "GTSP" e tutti i riferimenti ai "Servizi" o ai "Servizi principali" vengono sostituiti con riferimenti a "Servizi di telefonia Google".

            4. (iv) Il Cliente può far valere diritti e vantaggi ai sensi del Contratto di telefonia Google esclusivamente nei confronti del GTSP, non di Google, e sarà tenuto a rispettare gli obblighi imposti dal Contratto di telefonia Google (tra cui il pagamento di tutti i Canoni applicabili) solo nei confronti del GTSP e non di Google.

            5. (v) In deroga a qualsiasi altra disposizione contraria nel presente Contratto, in caso di conflitto tra questa Sezione 8.1 e qualsiasi altro termine del Contratto di telefonia Google (tra cui la sezione "Termini in conflitto" del Contratto e la sezione "Precedenza" dell'ATDC) prevarranno i termini della presente Sezione 8.1.

            6. (vi) Ciascuna delle parti può risolvere il Contratto di telefonia Google separatamente dal Contratto, secondo quanto stabilito nella sezione "Periodo di validità e Risoluzione" del Contratto. Se il Cliente recede dall'utilizzo di Google Voice come descritto nella Sezione 8.10 (Recesso da Google Voice da parte del Cliente), tale recesso determinerà la risoluzione automatica del Contratto di telefonia Google.

          3. (c) Termini regionali. I Termini regionali sono incorporati nel Contratto di telefonia Google e si applicano nella misura in cui un Utente finale utilizzi Google Voice in un paese indicato nei Termini regionali.

        2. 8.2 Fornitura dei Servizi di telefonia Google.

          1. (a) Utilizzo dei dati.

            1. (i) Raccolta e utilizzo dei dati. Il GTSP raccoglierà e utilizzerà i Dati del cliente in conformità con l'Informativa sulla privacy dei Servizi di telefonia Google, disponibile all'indirizzo https://workspace.google.com/terms/service-terms/voice/privacy_disclosure.html.

            2. (ii) Directory degli abbonati. Il GTSP non fornirà i numeri di Google Voice del Cliente o dei suoi Utenti finali ad alcun servizio di directory, salvo se richiesto dal Cliente o altrimenti previsto dalla legge.

          2. (b) Fornitori di telefonia.

            1. (i) Fornitori consociati. Il GTSP può avvalersi delle proprie Società consociate per fornire i Servizi di telefonia Google come descritto nell'Elenco fornitori di servizi e telefonia.

            2. (ii) Fornitori di telefonia non consociati. Il GTSP e le sue Società consociate utilizzano subcontraenti terzi ("Fornitori di telefonia") per instradare le telefonate in entrata e in uscita, secondo i casi, tramite la rete telefonica generale (RTG). I Fornitori di telefonia e le relative sedi sono riportati nell'Elenco fornitori di servizi e telefonia. Utilizzando i Servizi di telefonia Google, il Cliente autorizza il GTSP a impiegare, e a far impiegare dalle sue Società consociate, i Fornitori di telefonia per i seguenti scopi:

              1. (1) instradare le chiamate in uscita e in entrata, secondo i casi, e

              2. (2) trattare i Dati del cliente in qualità di titolari indipendenti nei paesi in cui hanno sede:

                1. a) nella misura minima consentita per tale instradamento e

                2. b) in conformità alle leggi vigenti (incluse le normative europee in materia di protezione dei dati e di telecomunicazioni).

          3. Per chiarezza, i Fornitori di telefonia non sono Sub-responsabili (ai sensi dell'ATDC).

        3. 8.3 Termini di pagamento aggiuntivi.

          1. (a) Fatture dei Servizi di telefonia Google. I Canoni applicabili e gli altri costi derivanti dall'utilizzo dei Servizi di telefonia Google da parte del Cliente o degli Utenti finali vengono fatturati separatamente dagli altri Servizi Google Workspace e sono soggetti ai termini di pagamento definiti nel Contratto di telefonia Google.

          2. (b) Tariffe per le chiamate. Oltre ai Canoni, il Cliente pagherà al GTSP le chiamate in base all'utilizzo, se applicabile. Tali costi di utilizzo vengono calcolati in base alle Tariffe per le chiamate al momento in vigore.

          3. (c) Tasse. In deroga a eventuali disposizioni contrarie nel Contratto di telefonia Google, il Cliente pagherà le Tasse applicabili indipendentemente da eventuali certificati di esenzione fiscale. Le Tasse fatturate possono includere Tasse associate all'utilizzo, da parte di un Utente finale, dei Servizi di telefonia Google al di fuori del paese in cui li utilizza normalmente.

        4. 8.4 Requisiti per Google Voice; Limitazione di responsabilità per il GTSP.

          1. (a) Requisiti per Google Voice. La presente Sezione 8.4(a) si applica esclusivamente a Google Voice e NON alla Telefonia Google Meet. L'utilizzo di Google Voice può richiedere una connessione dati mobili o a banda larga separata e un dispositivo dell'Utente finale compatibile con determinati requisiti tecnici minimi. L'utilizzo all'estero o altri tipi di utilizzo in roaming di Google Voice possono comportare costi maggiori per gli Utenti finali, addebitati dai relativi operatori di rete mobile.

          2. (b) Limitazione di responsabilità per il GTSP. Il GTSP non è responsabile di alcuna interruzione o malfunzionamento dei Servizi di telefonia Google dovuti a ritardi, blackout o interruzioni del servizio relativi a: (i) la connessione dati del Cliente, (ii) le reti dei Fornitori di telefonia o (iii) il funzionamento dei dispositivi del Cliente o dell'Utente finale. L'utilizzo dei Servizi di telefonia Google sui dispositivi mobili può comportare il consumo del traffico dati o voce che l'Utente finale ha acquistato presso i propri operatori di rete mobile.

        5. 8.5 Funzionalità di Google Voice. La presente Sezione 8.5 si applica esclusivamente a Google Voice e NON alla Telefonia Google Meet.

          1. (a) Assegnazione e disponibilità del numero. Laddove Google Voice permetta l'assegnazione di numeri telefonici, si applicherà quanto segue:

            1. (i) l'attivazione del numero può richiedere la raccolta da parte del GTSP delle informazioni richieste dalle normative vigenti sulle telecomunicazioni, tra cui l'indirizzo di emergenza e l'ID fiscale del Cliente;

            2. (ii) in alcuni paesi l'indirizzo di emergenza deve corrispondere all'area coperta dal numero da assegnare;

            3. (iii) l'attivazione del numero può non essere immediatamente contestuale all'effettuazione della richiesta; e

            4. (iv) i numeri inattivi potranno essere rimossi dall'account del Cliente.

          2. (b) Portabilità del numero. Il Cliente può trasferire a Google Voice i numeri esistenti di altri fornitori di servizi, nella misura in cui Google Voice offra l'assegnazione dei numeri, e può richiedere che i numeri telefonici assegnati siano trasferiti a un altro fornitore di servizi, in base alle Sezioni 8.5(b)(i)-(iv) di seguito.

            1. (i) Obbligazioni del Cliente. Il Cliente è responsabile: (A) dell'accuratezza delle informazioni fornite al GTSP in associazione a una richiesta di portabilità; (B) dei canoni associati alla portabilità di un numero, inclusi quelli associati ai numeri e ai piani residui; e (C) degli eventuali Canoni dovuti al GTSP in associazione a un numero, fino al suo avvenuto trasferimento, nei limiti consentiti dalle leggi vigenti.

            2. (ii) Cessazione del servizio. Il GTSP può svincolare qualsiasi numero di Google Voice dopo la risoluzione o la scadenza della licenza Utente finale applicabile, se il Cliente non trasferisce il numero a un altro fornitore di servizi prima di tale risoluzione o scadenza.

          3. (c) ID chiamante. Google Voice consente la visualizzazione del numero di Google Voice del Cliente sui dispositivi riceventi laddove sia tecnicamente possibile. Gli Utenti finali possono occultare la visualizzazione del numero in modo permanente o per le singole chiamate. Per motivi tecnici il GTSP può non essere in grado di occultare i numeri di Google Voice in tutti i casi, tra cui le chiamate ai Numeri di emergenza.

          4. (d) Blocco dei numeri. Su richiesta del Cliente, il GTSP bloccherà o sbloccherà l'utilizzo di Google Voice per chiamare numeri specifici, intervalli di numeri o tipi di numeri (tra cui i servizi a valore aggiunto) nei limiti di quanto tecnicamente fattibile.

          5. (e) Registrazione della chiamata. Google Voice può consentire agli Utenti finali di registrare singole conversazioni telefoniche. Il Cliente acconsente a non registrare, e a non consentire ai suoi Utenti finali di registrare, conversazioni telefoniche senza consenso laddove questo sia richiesto dalle leggi e dalle normative vigenti.

        6. 8.6 Limitazioni relative ai Servizi di telefonia Google. I Servizi di telefonia Google potrebbero:

          1. (a) non includere la composizione assistita dall'operatore e le chiamate ai codici brevi (a queste chiamate potrebbe essere applicato un supplemento di costo);

          2. (b) non supportare le chiamate a carico del destinatario; oppure

          3. (c) non supportare le chiamate o le connessioni a determinati numeri, tra cui, ad esempio, i numeri a pagamento.

        7. 8.7 Limitazione dell'uso di Google Voice. La presente Sezione 8.7 si applica esclusivamente a Google Voice e NON alla Telefonia Google Meet. Il Cliente non sub-assegnerà numeri, non fornirà l'accesso né consentirà altrimenti l'utilizzo di Google Voice a individui di età inferiore a quella del consenso legale, come stabilita dalle leggi vigenti della giurisdizione di pertinenza. Il GTSP potrà sospendere o disattivare in modo definitivo eventuali account che siano utilizzati da tali individui o siano loro forniti.

        8. 8.8 Servizi di emergenza. La sottosezione 8.8(a) si applica esclusivamente alla Telefonia Google Meet e NON a Google Voice. Tutte le altre sottosezioni ((b)-(f)) della Sezione 8.8 si applicano esclusivamente a Google Voice e NON alla Telefonia Google Meet.

          1. (a) Chiamate unidirezionali. Gli Utenti finali che utilizzano le funzionalità unidirezionali di Telefonia Google Meet non saranno in grado di effettuare o ricevere chiamate per i servizi di emergenza. È responsabilità del Cliente garantire che gli Utenti finali abbiano accesso a mezzi alternativi per chiamare i servizi di emergenza.

          2. (b) Chiamate bidirezionali. Le chiamate ai servizi di emergenza sono supportate da Google Voice. I servizi di chiamata di emergenza della telefonia IP presentano alcune limitazioni e funzioneranno in maniera diversa rispetto alle chiamate di emergenza tradizionali come descritto nelle disposizioni che seguono; ulteriori limitazioni specifiche per paese sono descritte nei Termini regionali. Il Cliente riconosce e accetta con la presente quanto segue in relazione alle chiamate effettuate ai servizi di emergenza:

          3. (i) Descrizione del servizio di chiamata di emergenza. Gli Utenti finali delle funzionalità di chiamata bidirezionale di Google Voice sono in grado di ricevere ed effettuare chiamate da e verso i servizi di emergenza senza costi. I servizi di emergenza variano in base alla località dell'Utente finale. Quando un Utente finale chiama i servizi di emergenza, il GTSP fornirà agli operatori del centro di risposta alle emergenze il numero di telefono e l'indirizzo dell'Utente finale che il Cliente ha fornito a Google. Vedere la Sezione 8.8(d) "Obbligazioni del Cliente" di seguito. Gli Utenti finali potrebbero dover confermare la loro posizione fisica e il numero da richiamare, in quanto l'operatore del servizio di emergenza potrebbe non avere queste informazioni.

          4. (ii) Limitazioni del servizio di chiamata di emergenza. Alla disponibilità del servizio di chiamata di emergenza di Google Voice si applicano le seguenti limitazioni: (A) il servizio potrebbe non essere disponibile nel caso di mancanza o interruzione del collegamento a internet o della fornitura di corrente elettrica; (B) le chiamate di emergenza potrebbero impiegare più tempo a collegarsi alla Centrale unica di emergenza (PSAP) rispetto alle chiamate tradizionali ai servizi di emergenza, potrebbero restituire un segnale di occupato o potrebbero non connettersi; (C) le chiamate di emergenza potrebbero connettersi correttamente alla PSAP ma il numero o la località dell'Utente finale potrebbero non essere trasmessi automaticamente e l'operatore del servizio di emergenza potrebbe non essere in grado di richiamare; (D) le chiamate di emergenza effettuate in roaming potrebbero essere instradate alla PSAP locale associata all'indirizzo registrato dell'Utente finale (il Cliente raccomanderà all'Utente finale di utilizzare la tastiera nativa del proprio dispositivo durante il roaming); (E) gli Utenti finali sordi, con disabilità uditiva o con disabilità linguistica devono chiamare i servizi di emergenza locali direttamente utilizzando il dispositivo TTY o un servizio di inoltro di telecomunicazioni invece di chiamare il 711 o l'equivalente locale; (F) se gli Utenti finali hanno più dispositivi associati al numero del loro account, (i) le chiamate di ritorno della PSAP potrebbero non essere ricevute su ogni dispositivo associato e (ii) l'operatore del servizio di emergenza potrebbe vedere un numero diverso da quello personale dell'Utente finale; (G) se l'Utente finale ha disattivato le chiamate in arrivo, la PSAP potrebbe non essere in grado di richiamarlo; (H) se una chiamata non va a buon fine utilizzando Google Voice, gli Utenti finali potranno essere invitati a utilizzare la tastiera nativa del loro dispositivo per effettuare chiamate di emergenza; e (I) le chiamate di emergenza non sono disponibili tramite questo servizio di chiamata se (i) il servizio Google Voice è in uso solo per le chiamate in entrata o (ii) le chiamate vengono indirizzate tramite la rete vocale dell'operatore di telefonia mobile dell'utente, quando viene utilizzata la tastiera nativa del dispositivo dell'Utente finale.

          5. (c) Invio di messaggi ai servizi di emergenza. L'invio di messaggi ai servizi di emergenza potrebbe non essere supportato da Google Voice. Qualsiasi funzionalità relativa ai messaggi ai servizi di emergenza resa disponibile tramite Google Voice potrebbe non essere supportata su una rete Wi-Fi.

          6. (d) Obbligazioni del Cliente. Relativamente alla Sezione 8.8(b) (Chiamate bidirezionali), il Cliente è responsabile di quanto segue: (i) accertarsi che l'indirizzo registrato in Google Voice per ciascun Utente finale corrisponda all'indirizzo fisico aggiornato presso il quale l'Utente finale utilizzerà Google Voice (la mancata fornitura di indirizzi aggiornati può far sì che venga contattato un centro di risposta alle emergenze errato e che la risposta di emergenza all'Utente finale subisca ritardi); (ii) informare gli Utenti finali che i loro indirizzi fisici saranno comunicati ai Fornitori di telefonia; (iii) informare gli Utenti finali che potrebbero dover fornire la loro posizione fisica e il numero a cui essere richiamati alla PSAP una volta connessi; (iv) accertarsi che gli Utenti finali abbiano accesso a un mezzo alternativo per chiamare i servizi di emergenza; e (v) informare gli Utenti finali delle limitazioni dei servizi di chiamata di emergenza (il Cliente può scaricare e stampare un'etichetta di avviso da applicare a tutti i dispositivi che potrebbero essere utilizzati per accedere a Google Voice all'indirizzo support.google.com/voice/go/emergency-services).

          7. (e) Avvisi di emergenza. Gli avvisi di emergenza potrebbero non essere ricevuti tramite Google Voice se sui dispositivi è impostata la modalità solo Wi-Fi o se il servizio cellulare non è disponibile.

          8. (f) Limitazione di responsabilità relativa ai servizi di emergenza. Nei limiti consentiti dalla legge, né il GTSP né alcuna delle sue Società consociate saranno in alcun modo responsabili ai sensi del Contratto di telefonia Google (per inadempienza contrattuale, illecito civile, inclusa la negligenza, o altro) per danni di qualunque tipo (inclusi danni diretti e indiretti) derivanti da o in connessione con l'utilizzo o il tentato utilizzo di Google Voice per accedere ai servizi di emergenza, inclusi, a titolo esemplificativo, qualsiasi incapacità di accedere a tali servizi, ritardo nella risposta dei servizi di emergenza, condotta degli operatori dei centri di risposta dei servizi di emergenza o dei centri stessi o inaccuratezza delle informazioni fornite ai servizi di emergenza dai Fornitori di telefonia o da altre terze parti coinvolte dal GTSP o dalle sue Società consociate per facilitare la fornitura dell'accesso ai servizi di emergenza.

      2. 8.9 Sospensione. Oltre ai diritti di sospensione descritti nel Contratto di telefonia Google, il GTSP potrà bloccare le chiamate o i messaggi dei Servizi di telefonia Google in entrata e in uscita qualora stabilisca ragionevolmente che il Cliente o qualsiasi Utente finale abbia utilizzato i Servizi di telefonia Google per generare o facilitare messaggi di massa o automatizzati, o messaggi commerciali non richiesti.

      3. 8.10 Recesso da Google Voice da parte del Cliente. La presente Sezione 8.10 si applica esclusivamente a Google Voice e NON alla Telefonia Google Meet. Oltre a qualsiasi altro diritto di recesso, il Cliente potrà recedere dall'utilizzo di Google Voice in qualsiasi momento fornendone notifica scritta al GTSP. Il Cliente dovrà interrompere l'utilizzo di Google Voice contestualmente al recesso.

      4. 8.11 Definizioni aggiuntive.

        1. "Tariffe per le chiamate" indica le tariffe telefoniche in vigore come indicate (i) per Google Voice all'indirizzo https://voice.google.com/rates e (ii) per la Telefonia Google Meet all'indirizzo https://meet.google.com/u/0/tel/rates.

        2. "Utente finale" include: (i) per le finalità di Google Voice, gli utenti potenziali che possano essere presenti nel luogo fisico in cui un dispositivo connesso a Google Voice è ubicato e reso disponibile per l'utilizzo; e (ii) per le finalità di Google Meet, gli utenti potenziali che possano utilizzare i servizi di Telefonia Google Meet per connettersi alle riunioni di Google Meet o per aggiungere partecipanti alle riunioni con una telefonata.

        3. "Canoni" include, per quanto riguarda Google Voice, i canoni descritti all'indirizzo https://workspace.google.com/products/voice.

        4. "Centrale unica di emergenza" o "PSAP" indica la centrale unica di risposta applicabile in base alla località registrata dell'Utente finale.

        5. "Termini regionali" indica i termini descritti all'indirizzo https://workspace.google.com/terms/service-terms/voice/regional_terms.html.

        6. "Fornitore di telefonia" ha il significato di cui alla Sezione 8.2(b) (Fornitori di telefonia) dei presenti Termini specifici del servizio.

        7. "Elenco fornitori di servizi e telefonia" indica l'elenco dei Fornitori di servizi e telefonia attuale, disponibile (i) per Google Voice all'indirizzo https://workspace.google.com/terms/service-terms/voice/providers.html e (ii) per la Telefonia Google Meet all'indirizzo https://workspace.google.com/terms/service-terms/meet-telephony/providers.html .

      5. * Se in un documento offline si fa riferimento a "Fornitore di servizi Google Voice" o "GVSP", tali riferimenti si considerano corrispondere a "Fornitore di servizi di telefonia Google" o "GTSP", secondo l'utilizzo nei presenti Termini specifici del servizio e nel Contratto di telefonia Google.

      6. 9. Google SIP Link.

        1. 9.1 Termini aggiuntivi di Google SIP Link. L'utilizzo di Google SIP Link da parte del Cliente è soggetto ai seguenti termini:

          1. (a) Il trasferimento dei numeri di telefono al Fornitore SIP del Cliente deve essere effettuato dal Fornitore SIP.

          2. (b) Il Cliente riconosce e accetta che Google può effettuare chiamate al Cliente per convalidare la configurazione del trunk del Cliente o verificare la proprietà del numero. Il Cliente acconsente a ricevere tali chiamate, anche da un sistema automatico.

          3. (c) È responsabilità del Cliente garantire che qualsiasi chiamata verso servizi di emergenza effettuata da un utente di Google SIP Link venga instradata tramite il Fornitore SIP. Inoltre, il Cliente deve aggiornare la propria posizione o il proprio indirizzo ai fini di tali servizi di emergenza tramite il Fornitore SIP.

          4. Per chiarezza, i Fornitori SIP non sono Sub-responsabili (ai sensi dell'Addendum per il trattamento dei dati Cloud).

        2. 9.2 Definizioni aggiuntive.

          1. "Fornitore SIP" indica l'integratore di sistemi, l'operatore o un altro partner indipendente da Google Voice che fornisce servizi di telefonia al Cliente.

      7. 10. Google Drive. I termini seguenti sono applicabili solo a Drive:

        1. 10.1 Utilizzo di Google Drive per la distribuzione di contenuti. Google Drive non è destinato a essere utilizzato come rete di distribuzione di contenuti e Google può limitarne l'utilizzo e l'accesso qualora, a sua ragionevole discrezione, determini che Google Drive viene utilizzato in violazione delle AUP (Acceptable Use Policy, norme di utilizzo accettabile) o per la distribuzione illecita, illegale o di massa di contenuti, inclusi video. Qualsiasi video ospitato su Google Drive e condiviso pubblicamente al di fuori del dominio del Cliente deve essere conforme alle Norme della community di YouTube (disponibili all'indirizzo https://www.youtube.com/howyoutubeworks/policies/community-guidelines/ o a un URL successivo).

      8. 11. AppSheet. I termini seguenti sono applicabili solo ad AppSheet:

        1. 11.1 Applicazione del contratto. Il Contratto, inclusi i presenti Termini specifici del servizio, si applica unicamente all'utilizzo di AppSheet da parte del Cliente come Utente finale che esegue l'accesso ad AppSheet tramite il proprio Account utente finale, mentre non si applica a qualsiasi piano acquistato su https://www.appsheet.com.

        2. 11.2 Amministrazione di AppSheet. Se il piano AppSheet del Cliente include controlli aggiuntivi di gestione (come descritto all'indirizzo https://about.appsheet.com/pricing/), agli Amministratori AppSheet specificatamente designati verranno rese disponibili le opzioni aggiuntive di controllo per l'amministrazione e la gestione di AppSheet.

        3. 11.3 Termini di pagamento. La definizione di "Prezzi" viene modificata in modo da indicare i prezzi attualmente applicabili presentati all'indirizzo https://solutions.appsheet.com/pricing, salvo accordi differenti stabiliti in un'appendice o nel Modulo d'ordine.

        4. 11.4 Origini dati. L'utilizzo da parte del Cliente delle Origini dati in relazione ai Servizi è soggetto ai, e regolato dai, Termini e condizioni sanciti tra il Cliente e il relativo fornitore dell'Origine dati. Tra le parti, il Cliente è l'unico responsabile di questi Termini e condizioni, anche per quanto riguarda la garanzia che gli stessi consentano a Google di accedere e utilizzare le Origini dati pertinenti per la fornitura di AppSheet.

        5. 11.5 Software AppSheet.. Se mette a disposizione del Cliente il Software AppSheet (che può includere software di terze parti), Google concede al Cliente una licenza esente da royalty (se non diversamente indicato da Google), non esclusiva e non trasferibile durante il Periodo di validità per la riproduzione e l'utilizzo di tale Software ai fini della messa a disposizione di un'Applicazione del cliente all'Utente finale, e può imporre ulteriori restrizioni di licenza con preavviso al Cliente. Qualsiasi esportazione, riesportazione, trasferimento o utilizzo del Software AppSheet da parte del Cliente è soggetto ai termini di questo Contratto (incluse le restrizioni e gli obblighi di conformità che questo impone in relazione all'utilizzo dei Servizi, tutti applicabili al Software AppSheet), e può anche essere soggetto a termini e requisiti di licenza di terze parti in conformità con le leggi in materia di esportazione. Nei rapporti tra le parti, Google conserva tutti i Diritti di proprietà intellettuale relativi al Software AppSheet. Ciascuna delle parti dichiara e garantisce di impegnarsi a rispettare tutte le leggi e normative applicabili alla fornitura o all'utilizzo del Software AppSheet, a seconda dei casi. SALVO ESPLICITAMENTE STABILITO NEL CONTRATTO, IL SOFTWARE APPSHEET VIENE FORNITO "COSÌ COM’È", PRIVO DI QUALSIVOGLIA GARANZIA IMPLICITA O ESPLICITA O RAPPRESENTAZIONE DI ALCUN TIPO.

        6. 11.6 Versioni non a pagamento.

          1. (a) Limitazioni. Le versioni non a pagamento di AppSheet sono soggette a limitazioni e non sono idonee ai TSS; alcune funzionalità di AppSheet potrebbero non essere disponibili nelle versioni non a pagamento. Gli obblighi di indennizzo di Google non si applicano all'utilizzo di AppSheet nelle sue versioni non a pagamento.

          2. (b) Risoluzione per inattività. Google si riserva il diritto di interrompere la fornitura a un Utente finale delle versioni non a pagamento di AppSheet, previa notifica di 30 giorni, qualora l'Utente finale, per un periodo di 60 giorni, (a) non abbia eseguito l'accesso ad AppSheet o (b) non ci sia stata alcuna attività in alcuna Applicazione del cliente da parte dell'Utente finale.

        7. 11.7 Interruzione di AppSheet. Google informerà il Cliente con almeno 12 mesi di anticipo prima di interrompere la disponibilità di AppSheet (o di qualsiasi funzionalità sostanziale associata) a meno che Google non stia sostituendo questo Servizio o funzionalità con una funzionalità o un Servizio sostanzialmente analogo. Non vi è alcuna clausola in questa Sezione 11.7 (Interruzione di AppSheet) che limiti la facoltà di Google di apportare modifiche richieste per rispettare leggi vigenti, gestire un rischio sostanziale per la sicurezza o evitare ingenti oneri di natura economica o tecnica.

        8. 11.8 Assistenza tecnica.

          1. (a) Emendamenti. La definizione di "Linee guida per i servizi di assistenza tecnica di Google Workspace" o "Linee guida TSS" viene modificata in modo da assumere il significato di linee guida per l'assistenza tecnica di AppSheet indicato all'indirizzo https://www.appsheet.com/Home/TSSG

          2. (b) Applicazioni del cliente. Il Cliente è responsabile dell'assistenza tecnica relativa alle proprie Applicazioni del cliente.

        9. 11.9 Definizioni aggiuntive.

          1. "Software AppSheet" indica qualsiasi strumento, software development kit o qualsiasi altro software informatico scaricabile fornito da Google in relazione ad AppSheet e qualsiasi aggiornamento che Google può applicare a questi software AppSheet di volta in volta.

          2. "Applicazione del cliente" indica un programma software che il Cliente ospita o crea mediante AppSheet.

          3. "Origine dati" indica le origini dati di Google o di terze parti descritte all'indirizzo https://www.appsheet.com/Home/StartWithData.

      9. 12. Servizi di IA generativa di Workspace. I termini seguenti sono applicabili solo ai servizi di IA generativa di Workspace:

        1. 12.1 Limitazione di responsabilità. I servizi di IA generativa di Workspace (i) usano la tecnologia emergente, (ii) potrebbero fornire un output generato impreciso o offensivo e (iii) potrebbero fornire contenuti che non rappresentano le opinioni di Google. L'output generato non è progettato o destinato a soddisfare gli obblighi normativi, legali o di altro tipo del Cliente, né a essere utilizzato, o considerato, come sostituto di una consulenza medica, legale, finanziaria o di altro tipo.

        2. 12.2 Output generati simili. Il Cliente riconosce che i Servizi di IA generativa di Workspace possono, in alcuni scenari, produrre un output generato identico o simile per più Clienti.

        3. 12.3 Norme relative all'uso vietato. Ai fini dei Servizi di IA generativa di Workspace, le Norme relative all'uso vietato all'indirizzo https://policies.google.com/terms/generative-ai/use-policy, che possono essere aggiornate di volta in volta, sono incorporate nelle AUP (Acceptable Use Policy, norme di utilizzo accettabile).

        4. 12.4 Limitazioni d'uso. Il Cliente non utilizzerà, e non consentirà agli Utenti finali di utilizzare, l'Output generato (i) come input sostanziale per lo sviluppo di modelli in concorrenza con i Servizi di IA generativa di Workspace o con altri Servizi di Google Workspace; o (ii) per eseguire il reverse engineering o estrarre componenti di qualsiasi Servizio di Google Workspace o dei loro modelli (salvo nella misura in cui questa restrizione sia espressamente vietata dalla legge vigente).

        5. 12.5 Utilizzo e disponibilità dei Servizi. Il Cliente riconosce e accetta che (i) non utilizzerà, e non consentirà agli Utenti finali di utilizzare, i Servizi di IA generativa di Workspace in modo da superare i limiti specificati da Google, e (ii) che l'utilizzo dei Servizi di IA generativa di Workspace è soggetto alla disponibilità dei Servizi, come descritto all'indirizzo https://support.google.com/a/answer/13853332.

        6. 12.6 Limiti di età. Il Cliente non consentirà agli Utenti finali di età inferiore ai 18 anni di utilizzare i Servizi di IA generativa di Workspace.

        7. 12.7 Restrizioni in materia di assistenza sanitaria. Il Cliente non utilizzerà, e non consentirà agli Utenti finali di utilizzare, i Servizi di IA generativa di Workspace per scopi clinici (per chiarezza, la ricerca non clinica, la pianificazione o altre attività amministrative non sono limitate), per fornire consulenza medica, trattamenti medici o diagnosi; o in qualsiasi modo che sia supervisionato da, o richieda l'autorizzazione o l'approvazione da parte di, qualsiasi autorità clinica, medica o sanitaria o altra autorità di regolamentazione.

        8. 12.8 Sospette violazioni. Google può sospendere o interrompere immediatamente l'uso dei Servizi di IA generativa di Workspace da parte dell'Utente sulla base di qualsiasi sospetta violazione delle sottosezioni da (12.4) a (12.6) di cui sopra.

        9. 12.9 Limitazioni. Le limitazioni contenute nelle sottosezioni (12.6) e (12.7) di cui sopra sono considerate "Limitazioni" o "Limitazioni d'uso" ai sensi del Contratto vigente.

        10. 12.10 Obblighi di indennizzo aggiuntivi di Google.

          1. (i) Output generato. Gli obblighi di indennizzo di Google ai sensi del Contratto si applicano anche alle accuse secondo cui un Output generato non modificato proveniente da un Servizio indennizzato di IA generativa violi i Diritti di proprietà intellettuale di terzi. Questa sottosezione (i) (Output generato) non si applica se l'accusa si riferisce a una delle seguenti situazioni: (1) il Cliente crea o utilizza un Output generato pur sapendo, o essendo nella condizione di dover sapere, che tale output costituisce probabilmente una violazione; (2) il Cliente (o Google su istruzioni del Cliente) ignora, disattiva o elude citazioni di fonti, filtri, istruzioni o altri strumenti che Google rende disponibili con lo scopo di aiutare il Cliente a creare o utilizzare l'Output generato in modo responsabile; (3) il Cliente utilizza tale Output generato dopo aver ricevuto notifica di un reclamo per violazione da parte del titolare dei diritti o del suo agente autorizzato; (4) l'accusa si basa su un diritto relativo al marchio risultante dall'uso da parte del Cliente di tale Output generato in attività commerciali. Per "Servizio indennizzato di IA generativa" si intende qualsiasi dei Servizi elencati alla pagina https://cloud.google.com/terms/generative-ai-indemnified-services, il cui utilizzo è a pagamento da parte del Cliente e non è soggetto a credito o a livelli gratuiti.

          2. (ii) Dati di addestramento. L'obbligo di indennizzo di Google per i Servizi ai sensi del Contratto copre le accuse secondo cui l'uso di dati di addestramento da parte di Google per creare qualsiasi modello Google utilizzato da un Servizio di IA generativa violi i Diritti di proprietà intellettuale di terze parti. Questo indennizzo non copre le accuse relative a un Output generato specifico, le quali potrebbero essere trattate nella sottosezione (i) (Output generato) di cui sopra.

        11. 12.11 Definizioni aggiuntive.

          1. Con "Output generato" ci si riferisce ai dati o ai contenuti generati o ricevuti dal Cliente o dai suoi Utenti finali tramite i Servizi di IA generativa di Workspace nell'ambito dell'account Workspace del Cliente, come richiesto dai dati o dai contenuti da essi inviati tramite detti servizi. I Dati dei clienti sono Output generato.

          2. Con "Servizi di IA generativa di Workspace" ci si riferisce a (i) Duet AI per Google Workspace e ad (ii) altre funzionalità o elementi di intelligenza artificiale generativa dei Servizi di Google Workspace.

      10. 13. Ricerche relative all'esperienza utente. Se il Cliente si registra al Programma di ricerca sull'esperienza utente di Google Cloud per Google Workspace, la sua partecipazione al programma sarà soggetta all'Appendice relativa al panel di ricerca sull'esperienza utente di Google Cloud, disponibile all'indirizzo https://cloud.google.com/terms/user-experience-research.

      11. 14. Crittografia lato client. Tra Google e il Cliente, quest'ultimo è l'unico responsabile di tutti gli aspetti del Key Management Service esterno scelto dal Cliente, comprese tutte le chiavi di crittografia da questo generate per l'utilizzo con la crittografia lato client. In deroga a qualsiasi disposizione contraria contenuta nell'ATDC, Google non sarà in grado di recuperare alcuna chiave di crittografia o alcuno dei Dati dei clienti criptati tramite tale chiave di crittografia in caso di furto, smarrimento o danneggiamento di quest'ultima. La crittografia lato client diventa del tutto non disponibile, per tutti i Servizi applicabili, in caso di interruzione o inaccessibilità sopravvenuta del Key Management Service esterno.

      12. 15. Termini regionali.

        1. 15.1 Giappone. Se l'indirizzo di fatturazione del Cliente è in Giappone, i servizi Gmail, Chat e Meet saranno forniti da Google Connect Asia Pacific Pte. Ltd. ("GCAP"), anche se le fatture continueranno a essere inviate da Google Asia Pacific Pte. Ltd. Solo in relazione a tali Servizi, Google Asia Pacific Pte. Ltd. è un agente debitamente autorizzato di GCAP e stipula contratti per conto di quest'ultima.

        2. 15.2 Francia. Il Cliente dovrà rispettare, nella misura applicabile, le Norme generali di sicurezza per i sistemi informativi sanitari (PGSSI-S) francesi.

Versioni precedenti

12 ottobre 2023

14 agosto 2023

31 maggio 2023

3 maggio 2023

11 gennaio 2023

31 ottobre 2022

11 ottobre 2022

22 settembre 2022

19 settembre 2022

7 luglio 2022

31 marzo 2022

15 marzo 2022

1 febbraio 2022

30 settembre 2021

3 giugno 2021

14 aprile 2021

21 dicembre 2020

6 ottobre 2020